Torna l'incubo file sull'A14, a Pedaso la Statale è nel caos. Il sindaco Berdini in trincea: «Ristori e stop ai pedaggi»

Domenica 16 Maggio 2021 di Francesca Pasquali
Torna l'incubo file sull'A14, a Pedaso la Statale è nel caos. Il sindaco Berdini in trincea: «Ristori e stop ai pedaggi»

PEDASO - Pedaggio azzerato e ristori per le attività penalizzate. Li chiede il sindaco di Pedaso, Vincenzo Berdini, al settimo giorno di semafori lampeggianti lungo la Statale 16. Tre solo questa settimana – giovedì, venerdì e ieri –, da quando, il 26 aprile, sono cominciati i lavori agli impianti antincendio della galleria di Pedaso. Con file chilometriche che, a cascata, si riversano sulla Statale.

Superstrada 77 Civitanova Foligno, accessi confusi e pericolosi. Due contromano in due giorni

Fatture false e spaccio di droga, due ricercati rintracciati dai carabinieri a Monte Urano e arrestati

 
L’orario
Venerdì le code c’erano già nel primo pomeriggio. Le cose sono peggiorate con l’arrivo della sera. Sulla Statale, il serpentone partiva da Riva Verde, il campeggio di Marina di Altidona. Quattro chilometri buoni. Stesse scene ieri. «Il danno economico e di immagine che hanno subito e subiscono le nostre attività chi lo paga? Dovrebbero togliere il pedaggio e risarcirle, come viene fatto per quelle penalizzate dal Covid», tuona Berdini. Che è preoccupato per l’estate. Dal cronoprogramma di Autostrade per l’Italia, i lavori in galleria dovrebbero terminare a fine giugno.

Ma il sindaco teme tempi più lunghi. «Se non rispetteranno le scadenze, scenderemo in strada», intima. E sollecita la Regione ad attivarsi per la “rotatoria della discordia”. Quella che, in Comune, non piace alla minoranza, ma che – per Berdini – risolverà, o quantomeno allevierà, i problemi della Statale. «L’Anas ha dato parere favorevole al progetto esecutivo. Aspettiamo il parere della Soprintendenza. Sollecitiamo la Regione ad aiutarci a realizzarla il prima possibile», dice il sindaco.


Il cantiere
Che incalza: «Qualcuno ci deve spiegare perché i lavori sono partiti adesso. Li avessero fatti l’anno scorso, o all’inizio di questo, non ce ne saremmo neanche accorti, visto che non ci si poteva spostare per il Covid. Invece, ora, con l’estate alle porte, il danno è enorme. Sono tre anni che va avanti così». Prima l’incendio dentro la galleria Castello di Grottammare, poi i viadotti sequestrati, adesso i lavori in galleria a Pedaso: problemi su problemi e code su code.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA