Addio alla App, adesso la spiaggia libera si prenota solo con una telefonata ma i posti non sono per tutti. Ecco perché

La spiaggia libera
La spiaggia libera
di Marco Braccetti
3 Minuti di Lettura
Domenica 23 Maggio 2021, 06:45

SAN BENEDETTO - Nessuna spiaggia libera sarà data in concessione agli chalet confinanti. Cambia il metodo di prenotazione: il web va in soffitta, resta un numero telefonico dedicato. Aumenteranno i controlli. Il sindaco Pasqualino Piunti scandisce queste tre linee-guida in merito all’organizzazione delle spiagge libere per l’estate 2021. Piccola premessa: per il secondo anno di fila, i protocolli anti-Covid impongono dei paletti pure per gli arenili liberi, di competenza municipale. 

 
Ingressi non per tutti 
Su tutti: ingressi contingentati e rispetto del distanziamento sociale. Per di più, in base a particolari disposizione del Governo e della Regione Marche, alcune porzioni di spiaggia libera possono essere concesse temporaneamente agli chalet vicini. A San Benedetto, qualche imprenditore balneare voleva seguire questa strada e aveva chiesto al Comune di esprimersi. «Da parte nostra sarebbe stato irrispettoso non prendere in considerazione tale richiesta - dichiara Piunti -. Dunque l’abbiamo analizzata ma, alla fine, preferiamo lasciare le cose come stanno: tutte le spiagge libere resteranno libere». In base alle notizie fornite dal primo cittadino, la decisione sarà ufficializzata domani, nel corso di una riunione ad hoc. «Vorrei comunque puntualizzare - prosegue Piunti - che questo provvedimento avrebbe coinvolto una piccola porzione dell’arenile: pari solo al 30% delle aree di spiaggia libera presenti nel territorio comunale». 


Addio App 
Come accennato all’inizio, dal sindaco arriva anche l’annuncio di una revisione delle modalità di prenotazione dei posti al sole. Verrebbe accantonata la piattaforma web (“t.sbt.it”) per puntare tutto su un call-center. Scelta forse pensata per agevolare le persone che hanno poca dimestichezza con Internet. Piunti, poi, assicura che verranno svolti controlli molto più accurati lungo tutte le spiagge libere. Effettivamente, nel corso del 2020 di addetti al controllo on the beach se ne sono visti ben pochi e, spesso, capitavano situazioni paradossali, come spiagge completamente prenotate sulla carta, ma semi-vuote all’atto pratico. Per passare dagli annunci alla pratica, il tempo stringe. La stagione balneare 2021 è iniziata sia nella forma che nella sostanza e, finora, solo il meteo zoppicante ha rimandato il primo assalto alla spiaggia dei bagnanti quasi tutti provenienti per ora dall’hinterland Piceno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA