Tavullia, raid dei ladri nella casa
della sindaca: «Mi sento violata»

Raid fulmineo dei ladri
nella casa della sindaca:
«Mi sento violata»
di Luigi Benelli
TAVULLIA - Quando i ladri non fanno sconti e colpiscono senza fare distinzioni di alcun tipo. Anche se l’abitazione in questione è la casa della sindaca di Tavullia. I ladri portano via i gioielli, oggetti non solo di valore economico ma soprattutto affettivo. «Mi sento intimamente violata» commenta il primo cittadino di Tavullia, Francesca Paolucci dopo la brutta serata trascorsa. Il fatto è successo domenica sera, nell’abitazione privata del primo cittadino, in Strada San Germano, alle porte di Tavullia. 

Tornano i ladri acrobati: villette e appartamenti nel mirino

«I ladri sono passati dalla finestra di un bagno – racconta rassegnata Paolucci – l’hanno forzata e sono entrati all’interno dell’abitazione. Noi eravamo assenti, avevamo approfittato della domenica per una cena in famiglia. Non usciamo tanto spesso, anzi. Ma avevamo deciso passare la serata al ristorante. Siamo stati fuori appena un’ora e mezzo e tutto è successo in quel lasso di tempo. È incredibile perché è come sentirsi controllati, osservati».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
Scopri la promo
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 8 Ottobre 2019, 05:25 - Ultimo aggiornamento: 05:25