Girano con arnesi da scasso nell'auto: denunciati due siciliani, avevano anche una marmitta

Girano con arnesi da scasso nell'auto: denunciati due siciliani, avevano anche una marmitta
Girano con arnesi da scasso nell'auto: denunciati due siciliani, avevano anche una marmitta
3 Minuti di Lettura
Domenica 3 Luglio 2022, 06:25

MONTEMARCIANO - Denunciati dai carabinieri due uomini, residenti in Sicilia, per possesso ingiustificato di oggetti da scasso. In macchina avevano anche una marmitta, presumibilmente rubata. Un’importante operazione quella condotta ieri dai militari della stazione di Montemarciano, ancora in corso.

Stanno infatti svolgendo degli accertamenti per capire se la marmitta, trovava in loro possesso, sia quella rubata alcuni giorni fa dalla Citroen C3 in sosta sul lungomare di Marina oppure se si sia trattato di un furto appena commesso ma non ancora scoperto dalla vittima. Una pattuglia di carabinieri ha notato nel primo pomeriggio una Fiat Tipo di colore blu che guidava con una condotta pericolosa. E’ stata vista nel tratto di via Marina, parallelo alla Statale Adriatica. I militari, insospettiti, hanno quindi deciso di fermare il veicolo per un controllo. Hanno identificato il conducente e il passeggero. Entrambi avevano precedenti per reati contro il patrimonio. La macchina invece risultava noleggiata in Sicilia, dove gli stessi risultano risiedere. A quel punto hanno deciso di perquisire il veicolo al cui interno è stata trovata una marmitta, verosimilmente provento di furto, e alcuni attrezzi da lavoro usati per il taglio. Tutto il materiale è stato sequestrato e i due sono stati condotti presso la caserma dove, al termine degli accertamenti, sono stati denunciati. Per i carabinieri della Compagnia di Senigallia, guidati dal capitano Francesca Romana Ruberto, si tratta di un’altra celere risposta al problema dei furti di marmitte, diventato frequente. Già a Senigallia avevano sventato un furto nel parcheggio del centro commerciale di Cesano, denunciando una donna. Lo stesso ieri visto che due pregiudicati, per reati contro il patrimonio, se ne andavano in giro con una marmitta dentro la macchina e vari arnesi da scasso. I militari hanno scombinato i loro piani, fermandoli e denunciandoli. Dopo l’episodio avvenuto sul lungomare di Marina i carabinieri hanno intensificato i controlli prestando attenzione a movimenti sospetti o strane presenze. Così è stato nel primo pomeriggio di ieri quando hanno notato la Fiat Tipo guidare in maniera pericolosa. Gli accertamenti in corso sono volti a capire se la marmitta fosse stata appena rubata. E’ infatti possibile che nel momento in cui sono stati fermati la vittima non si fosse ancora accorta di essere stata derubata. Verificheranno anche se possa essere invece quella sottratta nei giorni precedenti anche se sembra strano che da lunedì, giorno del furto, siano andati in giro con la refurtiva in auto per così tanti giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA