Fermo, guerre tra bande e regolamenti di conti: sullo sfondo il controllo dello spaccio low cost

Tuesday 14 January 2020
Fermo, guerre tra bande e regolamenti di conti: sullo sfondo il controllo dello spaccio low cost

FERMO - La lotta tra bande di Lido Tre Archi per accaparrarsi le piazze di spaccio, sfociata nella sanguinosa aggressione del 6 dicembre scorso al bar Blasco di Porto Sant’Elpidio, è solo la punta dell’iceberg. Gli spacciatori di strada di Lido, da cui sembra essere partita la spedizione punitiva del 6 dicembre, sono solo l’ultimo anello di una catena molto più ramificata.

LEGGI ANCHE:
Cocaina nascosta in camera da letto: il lottatore-pusher finisce al tappeto

Ascoli, hanno lo stesso amante: pazza di gelosia picchia e manda all'ospedale la rivale

La droga oggi, spiegano le forze dell’ordine, si trova e si compra oramai ovunque, anche fuori dal supermercato. Da qui i controlli serrati e continui sul territorio da parte di polizia e carabinieri. Preoccupa, in particolare, la diffusione sempre più ampia, specialmente tra i giovani, dell’eroina e delle sue imitazioni di basso livello, come il Rivotril, farmaco antiepilessia dagli effetti similari. Un’eroina come detto sempre più economica e più facile da assumere: non più iniettata in vena ma ingerita e, soprattutto, fumata e, per questo, ancora più pericolosa. Bastano 10 euro o anche meno per acquistare una dose e poi, con un po’ di carta stagnola e un accendino, il gioco è fatto: l’eroina è pronta per essere fumata

© RIPRODUZIONE RISERVATA