Fermo, stupefacenti, clandestini e rapine: la costa passata al setaccio

Lunedì 13 Gennaio 2020
Fermo, stupefacenti, clandestini e rapine: la costa passata al setaccio

FERMO - Massiccio intervento delle pattuglie della polizia in diverse zone lungo la costa fermana per effettuare controlli diffusi sul territorio. Gli agenti si sono concentrati su tre obiettivi fondamentali, indirizzando le verifiche con lo scopo di contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, l’immigrazione clandestina e i venditori ambulanti abusivi.

LEGGI ANCHE:
Sente rumori sospetti in casa, si spaventa e precipita dal balcone: quarantenne finisce in ospedale

Arquata, escursionista si fa male, soccorso sul monte Vettore

Dopo la brillante operazione che ha permesso di scovare il branco autore di numerose violenze a cavallo fra vecchio e nuovo anno, lo scopo è quello di prevenire (o reprimere) illeciti e reati, e garantire così la sicurezza della popolazione, in punti importanti del territorio. I controlli si sono concentrati nelle zone più sensibili delle città: dalle stazioni alle piazze, dai giardini ai viali, senza tralasciare i principali incroci ed accessi alle città costiere della nostra provincia, strada Statale Adriatica compresa. Nel corso delle verifiche sono state identificate molte persone, controllate diverse automobili e altri veicoli. Le pattuglie sono andate avanti a lungo, continuando nell’attività particolarmente gradita, come detto, ai cittadini, che da sempre chiedono una maggiore presenza delle divise sul territorio, per sentirsi anche più tranquilli. Importante, in tal senso, il controllo nella zona che comprende la parte sud di Porto Sant’Elpidio e l’area di Lido Tre Archi, la più turbolenta sul fronte dell’ordine pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA