Ascoli, la vecchia conoscenza torna a spacciare eroina davanti al Sert e finisce in manette

Giovedì 13 Febbraio 2020
Ascoli, la vecchia conoscenza torna a spacciare eroina davanti al Sert e finisce in manette

ASCOLI - Gli investigatori non hanno dubbi: nonostante fosse già gravato da precedenti specifici per droga, il quarantenne ascolano, che da qualche tempo si era trasferito a Castel di Lama, ha continuato a svolgere la sua attività di spaccio. Martedì, però, i carabinieri della stazione lamense, che lo stavano tenendo sotto controllo da tempo, lo hanno arrestato dopo averlo colto in flagranza di reato. 

LEGGI ANCHE:
Scarsa sicurezza e fumo in sala: il questore chiude la discoteca per una settimana

Accusa un malore mentre è al largo sul motopeschereccio: operato d'urgenza a Torrette

L’uomo aveva raggiunto l’ospedale Mazzoni e si era posizionato davanti ai locali del Sert attendendo che uscissero i tossicodipendenti in cura presso la struttura sanitaria dove poco prima avevano assunto la quotidiana dose di metadone. Ignaro che sulle sue tracce si fossero messi i militari dell’Arma, secondo i carabbinieri, avrebbe iniziato a contattare i potenziali clienti interessati ad acquistare una dose di eroina. Mentre era in corso uno scambio fra il presunto spacciatore ed un giovane sono intervenuti i militari che lo hanno bloccato e condotto in caserma. Dalla perquisizione personale è emerso che addosso aveva alcune dosi della medesima sostanza. Immediatamente è scattata la perquisizione nell’appartamento che occupa. Sono state rinvenute alcune dosi e del materiale per il loro confezionamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA