Dosi nascoste nel cappellino da baseball: preso il pony express dell'eroina

Sabato 9 Maggio 2020
Dosi nascoste nel cappellino da baseball: preso il pony express dell'eroina

JESI - Si aggirava per il centro di Ancona al volante della sua auto con dosi di eroina nascoste in un cappellino da baseball. In manette un operaio 57enne residente a Jesi, già noto alle forze dell’ordine, incappato in uno dei tanti controlli dei Carabinieri della Compagnia di Ancona, intensificati per dare attuazione alle misure di contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19.

LEGGI ANCHE:
Ancona, Coronavirus, guanti in lattice nuovo oro della pandemia: «Introvabili e costosi»

Per bar e ristoranti il protocollo è servito. Ecco come. Nodo riapertura: il 18? La Regione accelera. Il rebus: termoscanner ai dipendenti


Alla vista dei militari ha iniziato a sudare e manifestare insofferenza alle domande dei Carabinieri circa la sua presenza ingiustificata fuori dal Comune di residenza. Dalla perquisizione personale e veicolare è spuntata la droga: 8 involucri contenenti eroina del peso complessivo di 4 grammi, occultati all’interno di un cappellino da baseball. Nelle tasche dei pantaloni aveva 340 euro in contanti suddivisi in banconote di vario taglio. A quel punto, è scattata la perquisizione domiciliare nel suo appartamento a Jesi, dove i Carabinieri hanno rinvenuto della sostanza da taglio, un altro involucro con tracce di eroina e 9 flaconi di metadone cloridrato detenuti illecitamente, in quanto non iscritto al Sert. L’uomo è stato arrestato in flagranza e su disposizione del sostituto procuratore di turno presso la Procura di Ancona è stato rimesso in libertà in quanto non ha ritenuto richiedere l’applicazione di misure cautelari.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA