Serenate per tornare a uscire, la Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana presenta i 12 appuntamenti dell'estate

Mercoledì 16 Giugno 2021 di Michele Rocchetti
Alessandro Bonato, direttore principale della Form

ANCONA - Chiostri, castelli, ville, teatri e anfiteatri romani. Dopo lo straordinario successo della stagione invernale, interamente realizzata in streaming e diffusa attraverso le tv e i social, la Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana torna ad esibirsi dal vivo in alcuni dei luoghi più suggestivi della nostra regione.

Vittorio Sgarbi, quadri falsi di De Dominicis: ora rischia il processo. «Autenticati in hotel mentre era al telefono»

Guglielmo non ce l'ha fatta: ucciso dalle complicanze del Covid a soli 45 anni

 
Le produzioni
Il cartellone estivo, curato dal direttore artistico Fabio Tiberi, si compone di cinque nuove produzioni, racchiuse sotto il titolo “Siamo Musica!”, che verranno presentate al pubblico nel corso di 12 concerti che avranno luogo tra il 25 giugno e il 10 agosto ad Osimo, San Severino Marche, Falerone, Fabriano, Porto Recanati, Urbisaglia, Fermo e Ancona. «La musica è gioia, calore, armonia, desiderio di libertà – dichiara il presidente del Form, Carlo Pesaresi -. Lo è sempre stata e adesso lo è ancor di più. Noi abbiamo voluto dar risposta a questo desiderio collettivo di ritorno alla vita con una stagione concertistica ricchissima».


La tranquillità
Si comincia il 25 giugno, alle ore 21:15, al Chiostro San Francesco di Osimo, con “Serenate”, un programma di apertura scelto non a caso, visto che non c’è niente di meglio per riacquistare la tranquillità delle splendide serenate scritte da Tchajkovskij, Strauss e Mozart. Dirige Alessandro Bonato, nuovo Direttore Principale della Form. Il concerto verrà riproposto il 26 giugno, alle ore 19, al Castello al Monte di San Severino Marche, e il 27 giugno, sempre alle 19, al Teatro Romano di Falerone.

Mercoledì 30 giugno, al Teatro Gentile di Fabriano, è invece prevista un’anteprima del programma “Musica per immagini – Movie Concert”, con musiche di Rota, Morricone, Haendel, Shostakovich, nel corso del quale celebri colonne sonore si alterneranno ad altrettanto celebri pezzi classici utilizzati da grandi registi.

Sul podio e ad accompagnare l’Orchestra il sassofonista Federico Mondelci. Si replica il 28 luglio all’Arena Gigli di Porto Recanati, il giorno seguente all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia e il 30 luglio a Villa Vitali di Fermo. Domenica 4 luglio l’appuntamento è al Teatro delle Muse di Ancona, dove la Form esibirà tutta la sua flessibilità nell’affrontare altri generi musicali affiancando il celebre trombettista Paolo Fresu nel concerto “Musicauna: Fresu & Form”. Alla chitarra Bebo Ferra.

Arrangiamenti e direzione d’orchestra, Massimo Morganti. Il 9 e 10 luglio, rispettivamente al Chiostro San Francesco di Osimo e al Castello al Monte di San Severino, è “Wagner Time”, con due composizioni del grande compositore tedesco interpretate dal mezzosoprano Nutsa Zakaidze che verranno messe a confronto con musiche di Mozart e Bizet. Dirige Marco Severini.

Per chiudere è stato scelto il programma “Dance! La musica che balla”, con celebri brani di Rossini, Ponchielli, Tchajkovskij, Bizet, Brahms, J. Strauss jr, scritti per la danza e il balletto dirette da David Crescenzi. Si comincia il 6 agosto all’Arena Gigli di Porto Recanati, si finisce il 10 agosto all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia, con lo spettacolo delle stelle cadenti accompagnato a ritmo di danza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento