Apre il cappotto per mostrarsi nudo alla ragazzine: preso il maniaco esibizionista di Tolentino. Denuncia e multa da 10mila euro

Si apre il cappotto per mostrarsi nudo alla ragazzine: preso il maniaco
Si apre il cappotto per mostrarsi nudo alla ragazzine: preso il maniaco
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 11:16 - Ultimo aggiornamento: 12:53

TOLENTINO - Si apre il cappotto per mostrarsi nudo alla ragazzine: preso il maniaco esibizionista: i Carabinieri della Stazione di Tolentino hanno denunciato un uomo per il reato di atti osceni in luogo pubblico. Oltre alla denuncia dovrà anche pagare una multa da 10mila euro.

«Aiutatemi, mio genero mi sta avvelenando»: portato in ospedale, non ha nulla

Era il 7 maggio scorso quando, al parco Isola D’Istria, intorno alle 16.45, l'uomo aveva avvicinato un gruppo di sedicenni, con i quali aveva iniziato a conversare. Alla richiesta di un fazzoletto da parte di una giovane che aveva le scarpe sporche, l’uomo si è reso disponibile ed è andato a prenderlo in macchina. 

Tornato indietro, rimasto riparato da una siepe, ha chiesto alla ragazza di avvicinarsi per prenderlo; quando la giovane si è avvicinata insieme all’amica, l’uomo ha aperto la giacca mostrando i genitali. immediata la denuncia e, grazie alla descrizione, i carabinieri si sono subito orientati verso un sospettato. In seguito, grazie alla preziosa collaborazione della polizia locale e delle telecamere di videosorveglianza del comune di Tolentino, è stato possibile individuare l’autovettura in uso all’indagato, ricostruire il percorso effettuato e in particolare il transito nei pressi del parco in orario compatibile.

I successivi riconoscimenti da parte delle persone informate sui fatti hanno consentito di chiudere il cerchio.  L’uomo dovrà rispondere del reato di cui all’art. 527 comma 2 del codice penale, che prevede la pena della reclusione da quattro mesi a quattro anni e sei mesi se il fatto è commesso all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori.
Un analogo episodio si era verificato anche nel mese di aprile nei confronti di una ragazza maggiorenne. Sempre durante il pomeriggio la giovane era stata avvicinata da un uomo a bordo di un’autovettura il quale, con la scusa di chiedere un’informazione, l’aveva fatta avvicinare, mostrandole poi i genitali.
Ricostruito che, anche in questo caso, si trattava dell’indagato, i carabinieri gli hanno elevato una sanzione pecuniaria ai sensi dell’art. 527 comma 1, di 10.000 Euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA