Va a caccia e trova nella vegetazione un'Audi nuova rubata dalla banda dei ladri scappata all'alt. Il mistero delle monetine

Venerdì 25 Settembre 2020 di Chiara Marinelli
L'Audi usata dai ladri ritrovata tra la vegetazione
CIVITANOVA - Nota una macchina nascosta in mezzo alla folta vegetazione, cacciatore fa scoprire una Audi nuova, del valore di oltre 50 mila euro, rubata in provincia di Chieti. Dietro, nel bagagliaio, c’erano tante monetine da 5 centesimi. Secondo quanto è stato ricostruito, l’Audi è stata usata per mettere a segno una serie di colpi in provincia, e non solo.

LEGGI ANCHE: Autostrada chiusa per una notte per abbattere il ponte lesionato. Semafori "sbloccati" sulla Statale
 
Tra l’altro, sarebbe stata la stessa automobile a non fermarsi ad un posto di blocco a Montecosaro alcuni giorni fa. Il ritrovamento in questione è avvenuto nella mattinata di ieri. 
Un cacciatore, un sessantenne civitanovese, si trovava nella zona dietro il parco commerciale di Santa Maria Apparente, una vasta area verde piena di vegetazione molto fitta. Ad un certo punto, mentre camminava, si è accorto di quella macchina che era parcheggiata in maniera decisamente sospetta, senza due gomme e, dunque, abbassata rispetto a quello che normalmente è un’auto ferma, e senza nemmeno la targa davanti. Ha fiutato subito qualcosa di anomalo e così ha chiamato la polizia.

Da lì, dunque, sono scattati gli accertamenti di rito per fare luce sulla strada percorsa da quella Audi. L’auto è stata aperta. Come si diceva, nel bagagliaio sono state ritrovate decine e decine di monete in centesimi e c’erano due estintori. Due elementi che lasciano pochi dubbi circa l’uso di quella Audi nuova e di valore. Secondo quanto è emerso dagli accertamenti, la macchina sarebbe stata usata per episodi criminali commessi di recente in zona.
L’auto, dopo i rilievi da parte della scientifica, è stata portata via dal carro attrezzi. Era stata rubata alcune settimane fa da un autosalone che si trova nel comune di San Giovanni Teatino, in provincia di Chieti. E, come il più delle volte accade, dopo essere stata usata per scopi criminali, l’Audi è stata abbandonata in un posto isolato, ben lontano da occhi indiscreti. Chi l’ha lasciata lì, evidentemente, non poteva sapere che quella zona è frequentata di questi tempi dai cacciatori.

Ora sono in corso le indagini per chiarire in quali episodi l’Audi sia stata usata e, soprattutto, per individuare a bordo dell’auto elementi utili all’identificazione di chi ha scelto proprio quell’auto, già oggetto di segnalazioni da alcuni giorni, per mettere a segno colpi.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA