Manifestazioni storiche, dopo il Covid torna il cartellone integrale: ecco le date già decise

Manifestazioni storiche, dopo il Covid torna il cartellone integrale: ecco le date già decise
Manifestazioni storiche, dopo il Covid torna il cartellone integrale: ecco le date già decise
di Pierpaolo Pierleoni
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 08:20

SANT’ELPIDIO A MARE - Inizia a prendere forma il programma 2022 delle manifestazioni storiche a Sant’Elpidio a Mare. La principale novità, dopo un biennio segnato dal Covid che ha imposto di ridurre all’osso le iniziative, è il ritorno del cartellone integrale, sperando naturalmente che la pandemia non registri nuove impennate nei prossimi mesi. Oltre alla Contesa del Secchio ed a Città Medioevo, tornano tutti gli appuntamenti collaterali, a partire dalla manifestazione inaugurale, che sarà fissata per l’ultima settimana di aprile.

Il programma è ancora da mettere a punto, per ora la data certa è la cerimonia di investitura dei priori, fissata per il 24 aprile con la messa in Collegiata. La mostra sulla Contesa alla pinacoteca Crivelli, con documenti, vessilli ed alcuni dei costumi storici di maggior pregio, resterà attiva fino alla fine di aprile. Il 5 giugno, dopo due edizioni saltate, ritorna La festa e li jochi, la sfida di giochi popolari tra le delegazioni foranee di Castel di Castro, Santa Caterina, Santa Croce e Porto. Altro ritorno sarà il Gioco del barone, il torneo al gioco del pozzo in piazza Matteotti, resta l’incognita sulla data, tra metà giugno ed inizio settembre. L’investitura del guardiano del porto si farà a Porto Sant’Elpidio il 5 agosto, il 9 settembre è stata fissata Vivida vox, la gara tra musici di contrade e delegazioni, infine l’11 settembre la Mini e Supermini Contesa.

La Contesa del Secchio numero 70 si disputerà come tradizione la seconda domenica di agosto, preceduta dall’investitura del capitano del popolo la sera precedente. Per Città Medioevo è stata individuata la terza settimana di luglio, con 4 serate dal 21 al 24 del mese. Il format dovrebbe essere lo stesso proposto nel 2021: ingresso gratuito, non ci saranno scene ed allestimenti in tutti i vicoli e strade del centro storico, ma ad ogni contrada sarà chiesto di allestire due scene nella propria zona del borgo medievale, oltre a quelle che l’Ente Contesa proporrà nella piazza centrale, ospitando compagnie esterne. Questi gli elementi base condivisi alla consulta delle manifestazioni storiche che si è tenuta in settimana.

Al cartellone “standard” dovrebbero aggiungersi altri appuntamenti, per onorare degnamente la rievocazione che in questo 2022 celebrerà il traguardo delle 70 edizioni. Ma il ritorno al programma pieno, come non era stato più possibile fare dopo il 2019, è già un bel modo di festeggiare il compleanno della Contesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA