Teppisti sugli autobus, videosorveglianza e controlli alle fermate contro le aggressioni agli autisti della Steat

Sabato 6 Febbraio 2021 di Sonia Amaolo
Gli autobus della Steat in piazza a Fermo

FERMO - Ragazzini terribili aggrediscono gli autisti della Steat e danneggiano i pulmini. Bulli in piena attività nel Fermano con il ritorno in classe alle Superiori. Gli episodi dei giorni scorsi mortificano, come se non fosse tutto già tutto molto difficile di questi tempi.

 

Sarà la noia che, negli adolescenti, si aggiunge alle intemperanze dell’età, ma le ubriacature s’impennano e i vandalismi destano allerta. Sulla questione si è riunito il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza in prefettura per affrontare la problematica degli under 18 fuori controllo. 

La stretta
E ora arriva il giro di vite. «E’ un tema importante e delicato - afferma l prefetto Vincenza Filippi- aggressioni, risse tra ragazzini fanno pensare al disagio che è frutto della mancata socializzazione. Sono i risultati nefasti dell’epidemia. Stiamo analizzando il fenomeno, siamo in contatto con la Provincia, i sindaci del territorio, i trasporti, il mondo della scuola. Gli steward rappresentano un aiuto importante ed è capillare la presenza delle forze di polizia, con il concorso della municipale». Il comitato per l’ordine pubblico si è tenuto in videoconferenza, un tavolo richiesto dal presidente della società che si occupa di trasporto pubblico nel Fermano, Fabio Alessandrini, la Steat che, in questa fase, ha messo a disposizione 14 pullman più del normale e personale in aggiunta per assicurare più corse. Ma il servizio è preso di mira da giovani indisciplinati e violenti e bisogna metterci una pezza, così s’è decisa la linea d’intervento.

Nell’analisi dei fatti, il prefetto evidenzia «avvenimenti di questo tipo tradiscono un diffuso disagio giovanile che si è acuito per circostanze legate alla pandemia. Questi segnali non vanno ignorati né sottovalutati». La soluzione passa per un’attività multidisciplinare: controlli intensificati delle forze dell’ordine, multe, polizia impiegata sulle tratte interessate, attività di sensibilizzazione per il rispetto delle regole e della civile convivenza, videosorveglianza nei pressi delle stazioni e delle fermate degli autobus per individuare i teppisti ? 

I verbali
Ma chi sono questi bulli? Per i minori pagano i genitori. I verbali arrivano a casa. Saranno adottate anche misure drastiche per arginare l’uso e abuso di alcol. Ciò significa più controlli dentro e fuori dai locali e ordinanze da rispettare. In materia di sicurezza si è parlato anche della rapina al supermercato di Servigliano con il sindaco Marco Rotoni, un episodio anche questo dei giorni scorsi. 

Le occupazioni
Altro fenomeno attenzionato dalla prefettura riguarda le occupazioni di appartamenti, fatti che destano allarme a Lido Tre Archi. Anche ieri sono dovuti intervenire carabinieri e pompieri in un appartamento occupato e un altro sgombero c’era stato pochi giorni prima. Sono sempre gli stessi a muoversi tra una casa e l’altra, sono irregolari, vivono di espedienti, cosa che fa dire al prefetto «abbiamo intensificato i controlli anche in tema di immigrazione, non possiamo dire che il risultato sia completato, c’è tanto lavoro da fare ma guardiamo avanti in un’ottica di miglioramento. Stiamo approfondendo la questione delle occupazioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA