Ciclabile sulla costa, Nicolai in pressing: «Occhio al prato di Casabianca e al raccordo con Porto San Giorgio»

Martedì 25 Gennaio 2022
Ciclabile sulla costa, Nicolai in pressing: «Occhio al prato di Casabianca e al raccordo con Porto San Giorgio»

FERMO - Il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani hanno presentato il piano ciclopedonale prospettando un collegamento ciclabile che tagli il capoluogo dalla Castiglionese a Fonte Fallera fino al Tirassegno e al nuovo polo scolastico arrivando a Campiglione. Già in cantiere, poi, la ciclabile di Marina Palmense.

 

«Considerato che il progetto della ciclovia del nostro capoluogo - dice Paolo Nicolai, consigliere comunale del Pd - dovrà integrarsi in maniera pressoché inevitabile con le dinamiche strutturali della ciclabile di Porto San Giorgio e che lo stesso ha annunciato l’ottenimento di 4 milioni per la riqualifica del lungomare (e che ha già dato il via ai lavori della ciclabile costiera), l’intervento della ciclabile, così come più volte dichiarato da Calcinaro, dovrà coinvolgere anche Lido e Casabianca».


Per Nicola «la vocazione turistica ricettiva della zona prepone un’analisi attenta della progettazione anche in considerazione della programmazione del Comune confinante di Porto San Giorgio e della riqualifica di Tre Archi. Premesso che i lavori del nuovo collettore da parte della Ciip a Lido di Fermo sono ancora in corso e prementi proprio nelle zone oggetto di attenzione per la nuova eventuale ciclabile e considerando la delicata situazione della fascia costiera verde di Casabianca, ho depositato un’interrogazione consiliare per chiedere chiarimenti al sindaco Calcinaro e alla Luciani per sapere quale sarà il piano specifico di intervento della ciclabile di Lido di Fermo e Casabianca e quante risorse saranno investite; quale valutazione e analisi progettuale è stata fatta su un intervento così delicato in una zona a concentrazione turistico ricettiva come il quartiere costiero; come verrà approcciata la realizzazione della ciclabile nella fascia verde di Casabianca cercando di riqualificarla senza togliere le peculiarità che la differenziano dagli altri lungomare. Nel quartiere ci sono molti esponenti di giunta, non dobbiamo sottovalutare questo intervento e magari programmarlo nel migliore dei modi possibili. Senza apporre progetti posticci in alternativa a un vero piano omogeneo e importante. In questi mesi abbiamo visto l’amministrazione Calcinaro pubblicizzare, giustamente, investimenti milionari intercettati dal Comune; ma non si è ancora cercato di lavorare su di una proposta di rifacimento del lungomare nella nostra città (che va da Marina Palmense passando per Lido di Fermo, Casabianca, San Tommaso e Lido Tre Archi) magari valutando proprio quei fondi che in questi mesi come nei prossimi anni arriveranno dall’Ue. Altrimenti perderemo tutti una grande occasione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA