L'acqua erode troppo le sponde: il sindaco chiude il ponte

Venerdì 14 Agosto 2020 di Emidio Lattanzi
L'acqua erode troppo le sponde: il sindaco chiude il ponte

GROTTAMMARE - Il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, ha predisposto, con una ordinanza, la chiusura al traffico del ponte di via San Biagio, nella zona della Valtesino, a seguito di alcuni danni provocati dall’acqua che scorre nell’alveo del fosso sito nella parte sottostante il viadotto.

LEGGI ANCHE:
Allarme rosso Coronavirus: i nuovi positivi delle Marche schizzano a 32, sono 19 nel Pesarese/ Il contagio nelle regioni

Ascoli, positivo un bimbo di 4 anni. Un contagiato è andato alla festa del patrono e a un matrimonio con 200 persone

Nelle ultime ore infatti, l’attività di erosione provocata dall’acqua (in quel canale scorre per finalità di irrigazione) ha scavato eccessivamente una delle due sponde del torrente provocando anche la caduta di un albero. 
 
Il traffico
Il ponte è subito stato chiuso e sono stati predisposti i primi interventi. «Sono subito state effettuate le opere di pulizia dell’alveo - spiega il primo cittadino grottammarese - e la pianta è stata rimossa. L’ordinanza di chiusura è valida per novanta giorni, prorogabili. Tempo che serve a predisporre ed effettuare i lavori necessari al ripristino della situazione di sicurezza». Probabilmente la sistemazione avverrà attraverso il posizionamento di strutture come gabbionate o scogli che proteggano in maniera definitiva le sponde. «L’interdizione del ponte - precisa comunque Piergallini - non comporta gravi disagi alla viabilità dal momento che ci sono agevoli percorsi alternativi». Le auto possono infatti raggiungere la Valtesino. Si allunga soltanto di pochissime decine di metri. La strada provinciale è infatti raggiungibile sia ad Est che ad Ovest. 
Il progetto
Attualmente sono in corso tutte le operazioni propedeutiche alla progettazione dell’intervento che sarà effettuata dagli uffici comunali. Occorrerà ovviamente quantificare il costo per poter reperire i fondi necessari dal bilancio comunale per effettuare il lavoro. Il ponte, ad ogni buon conto, non dovrebbe riaprire prima della fine dell’anno. Disagi tutto sommato contenuti mentre proprio quel tratto di Valtesino, a ridosso dell’area dell’interdizione, è stato interessato dai lavori di pulizia terminati nei giorni scorsi e portati avanti dai ragazzi della cooperativa sociale Primavera, la onlus che, attraverso il progetto “Fabbrica dei fiori”, si occupa di garantire a persone portatrici di disabilità psichica un impegno lavorativo nell’ambito della coltivazione di piante ornamentali e della cura di parchi pubblici e giardini privati.
La pulizia
Nei giorni scorsi, gli operatori sono stati impegnati lungo il tratto comunale della Valtesino, al taglio delle erbe infestanti dai bordi stradali su incarico della Picenambiente, azienda titolare dei servizi di igiene e decoro urbano per il Comune di Grottammare così come per la maggior parte degli enti comunali del territorio, e l’intervento è stato realizzato per la prima volta con il sistema del pirodiserbo. 
La tecnica
Una tecnica naturale, sicura per l’ambiente e anche particolarmente efficace sulle superfici a fondo rigido come strade e marciapiedi, che si attua con l’ausilio di un decespugliatore a fiamma puntuale alimentata da gas propano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA