A Monticelli i vaccini da lunedì. Le società sportive ricollocate in altri impianti

Giovedì 6 Gennaio 2022 di Luca Marcolini
Il palazzetto di Monticelli torna ad essere hub vaccinale

ASCOLI - Da oggi il palazzetto di Monticelli sarà messo dall’Arengo a disposizione per fronteggiare l’emergenza sanitaria, ma l’Area vasta 5, considerando i tempi necessari per l’allestimento delle postazioni e l’organizzazione logistica, attiverà il nuovo polo vaccinale da lunedì prossimo, 10 gennaio. In ogni caso, la Casa della gioventù, a Pennile di sotto, resterà a disposizione in base alle esigenze dell’Asur. Dalla prossima settimana, dunque, le vaccinazioni si effettueranno nella struttura sportiva nelle vicinanze dell’ospedale Mazzoni, così come richiesto esplicitamente dalla stessa Area vasta per motivi logistici e sanitari. 

 

 

La decisione, però, ha creato alcuni problemi e anche la protesta di una delle associazioni sportive che utilizzavano l’impianto in questione. Su questo fronte, dunque, l’Arengo, per cercare di andare incontro alla richiesta dell’Asur, alla fine è riuscito a far quadrare il cerchio nonostante le difficoltà – con il sindaco Marco Fioravanti e l’assessore allo sport Nico Stallone che si sono confrontati con le società interessate - andando a trovare una soluzione che garantirà il regolare svolgimento delle attività sportive utilizzando ulteriori spazi e rimodulando i calendari di utilizzo degli stessi. 
 
Dopo la scelta caduta sul palazzetto di Monticelli come nuovo hub vaccinale, su precisa indicazione dell’Area vasta 5 (che ha in capo la responsabilità di trovare le strutture da utilizzare per le esigenze sanitarie), ieri si è arrivati a definire anche la tempistica per l’utilizzo della nuova sede disponibile. E se il sindaco Fioravanti ha reso disponibile sin da oggi la struttura, adesso l’Area vasta dovrà allestire le postazioni vaccinali e organizzare la logistica. E per questo motivo ha deciso di avviare le vaccinazioni a Monticelli a partire da lunedì. Nel frattempo, nella giornata di ieri, a differenza di quanto verificatosi nei giorni precedenti, le code di cittadini in attesa di vaccinarsi alla Casa della gioventù si sono visibilmente ridimensionate, forse anche perché qualcuno ha voluto evitare le possibili reazioni del vaccino a ridosso della festività dell’Epifania. Le attese sono state sicuramente molto minori, con un allentamento ulteriore nella fascia di pranzo. In ogni caso, anche ieri il numero di persone che si sono recate nella struttura di Pennile di sotto è stato importante. 

Il problema connesso all’utilizzo del palazzetto di Monticelli come punto vaccinale era legato ad alcune società sportive che normalmente utilizzano proprio la struttura nel popoloso quartiere per gli allenamenti e le partite di campionato. In tal senso, come conferma l’assessore allo sport Stallone, si è arrivati a definire una soluzione al problema garantendo a tutti il prosieguo delle attività. «Confrontandoci – sottolinea Stallone – abbiamo trovato una soluzione per tutte le realtà sportive, solo con qualche piccolo disagio, per evitare che interrompessero le attività agonistiche. Da venerdì (domani, ndr) si partirà con la nuova riorganizzazione di spazi e orari. L’associazione Le Querce, per la pallavolo, andrà nella palestra dell’istituto industriale grazie alla nostra interlocuzione col dirigente scolastico che si è reso subito disponibile. La società di calcio a 5 Damiani e Gatti si sposterà al palazzetto di Monterocco, e le altre squadre di calcio a 5 che si allenano a Monterocco utilizzeranno spazi riservati agli sbandieratori della Quintana e nel complesso sportivo Pennile di sotto. E la Sportlife rinuncerà alla giornata del sabato a Monterocco. Nonostante l’emergenza, siamo riusciti in 24 ore a trovare una soluzione adeguata grazie alla sensibilità di tutti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA