Sirolo, più parcheggi per residenti: meno spazi a disposizione di pendolari e turisti

Sabato 8 Maggio 2021 di Arianna Carini
Sirolo, più parcheggi per residenti: meno spazi a disposizione di pendolari e turisti

SIROLO  - Aumentano i posti auto per residenti e autorizzati. Per contro, a ridosso del centro storico, si riducono quelli a disposizione di turisti e pendolari. Dopo la trasformazione dei parcheggi lungo la cinta muraria del centro storico, dove le strisce bianche hanno lasciato il posto alle gialle, la stessa modifica è stata attuata per gli stalli a valle di via Giulietti: da posteggi accessibili a tutti gratuitamente con il disco orario sono diventati ad uso esclusivo di residenti ed autorizzati.

LEGGI ANCHE:

Sirolo passa da zona bianca a zona gialla. Ma solo per i parcheggi di residenti e autorizzati

 

L’intervento ha interessato via La Fonte, Spontini, Rossini, Pergolesi, Verdi, Puccini, Manzoni, Carducci e Pascoli, con la modifica della relativa segnaletica stradale che è stata completata nei giorni scorsi. «Continua l’attività del Comune per migliorare la vivibilità e tutelare la salute della cittadinanza sotto tutti gli aspetti – dice il sindaco Filippo Moschella -. Gli oltre 260 residenti nelle citate vie, più gli autorizzati con contrassegno, specialmente nel periodo primaverile ed estivo potranno trovare parcheggio senza dover girare a vuoto per tanto tempo». A disposizione dei visitatori restano le aree parcheggi periferiche, potenziate la scorsa estate.

«Abbiamo fatto un altro importante passo per la tutela dei sirolesi e degli autorizzati - prosegue Moschella - preservando dal traffico veicolare un’importante zona residenziale a ridosso del centro storico, con conseguente diminuzione dell’inquinamento atmosferico prodotto dalle polveri sottili, estremamente dannose per la salute dell’uomo, e dell’inquinamento acustico, anche notturno». Una misura di cui, secondo il primo cittadino, «beneficeranno pure i visitatori che potranno dirigersi subito verso gli ampi parcheggi creati intorno al centro storico, evitando di perdere tempo alla ricerca di posti e produrre ulteriore inquinamento». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA