Chiede le dimissioni di un assessore, la collega di Giunta mette un "like" all'opposizione: «Attacchi assurdi, è una svista»

Giovedì 23 Settembre 2021 di Giacomo Quattrini
L'assessore Barbara Serrani con il sindaco Filippo Moschella

SIROLO - L’opposizione chiede le dimissioni dell’assessore al Turismo, con un comunicato stampa postato anche su Facebook. E tra i vari like raccolti ce n’è uno che non può passare certamente inosservato, quello dell’assessore alla Scuola e ai servizi sociali. Quello che è successo ieri a Sirolo rischia di agitare le acque nella giunta Moschella. Tutto inizia con la diffusione della nota di X Sirolo, la lista civica di centrosinistra che fa riferimento a Fabia Buglioni. 

 

Un testo durissimo che prende di mira l’operato di Barbara Serrani, osimana, titolare di gelateria e, soprattutto, assessore che il sindaco Filippo Moschella ha scelto come nome esterno, non tra i candidati della sua maggioranza. Una sorta di tecnico, che però è indigesto e non solo alle forze di opposizione a quanto pare, visto che a mettere il like su Facebook al j’accuse c’è anche la collega di giunta della Serrani, ovvero Barbara Fabiani, che ha le deleghe a Scuola, Servizi sociali e Ambiente. «E’ stata una svista, stavo leggendo il post e mi sarà sfuggito il like, capita - ha affermato ieri la Fabiani - Non condivido gli attacchi alla collega e anche ci fossero problemi li affronterei nelle sedi opportune, non sui social» aggiunge l’assessore che smentisce l’ipotesi di maretta in giunta.


Il contenuto della nota stampa evidenzia un presunto fallimento nelle politiche non solo turistiche ma anche urbanistiche della Serrani. La lista X Sirolo ad esempio boccia l’acquisto della cucina «pagata 30mila euro per illuderci che sarebbe diventata il centro di eventi enogastronomici di livello», ma anche il nuovo sito turistico del Comune «offensivo ed incompleto» e il paventato acquisto dell’area del Teatro alle Cave, un proposito della giunta «caduto nell’oblio» commenta Buglioni. Nel mirino anche le manutenzioni dei sentieri verso le spiagge, le mancate sinergie con la vicina Numana e l’attesa decennale per il nuovo Prg.

«Fare turismo - si legge nella nota di X Sirolo - vuol dire offrire servizi, gestire l’accoglienza, fare sistema con i comuni limitrofi. Sono questi i temi che un assessore con delega a Turismo e Urbanistica, dovrebbe saper gestire, ma dopo tre stagioni dobbiamo constatare che l’operato della Serrani è stato un fallimento su tutti i fronti». Per questo Buglioni chiede a Moschella di ritirare le deleghe a Serrani perché «non ci si può azzardare a improvvisarsi esperti di turismo e di urbanistica, è offensivo nei confronti di Sirolo» e con Serrani «l’amministrazione non ha saputo gestire alcunché, facendo invece subire al paese un afflusso, per fortuna numeroso, ma gravemente incontrollato». 


A rincarare la dose, sui social, è l’ex candidato sindaco di Cambiamo Sirolo, Aldo Spadari, che condivide la posizione di X Sirolo: «Una realtà come Sirolo non può essere gestita con approssimazione dilettantistica ed una visione limitata del comparto turistico, che aveva bisogno di uno slancio, di un indirizzo preciso e di una persona almeno competente. Il sindaco Moschella è pregato di prenderne atto e di non barricarsi in difese di ufficio. È andata così. Non bene. Cambiare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA