Poker di furti in un pomeriggio: svaligiata una casa in piazza Cavour

Domenica 8 Dicembre 2019
Poker di furti in un pomeriggio: svaligiata una casa in piazza Cavour

ANCONA - Collane, anelli, gioielli d’oro: bottino pieno per una banda di ladri scatenati che venerdì pomeriggio ha seminato paura a Pontelungo. Ma l’incubo arriva a toccare anche il centro storico e a squarciare la serenità dello shopping natalizio: tra mercatini e bancarelle si aggirano furfanti che si confondono tra la folla, s’intrufolano nei palazzi e tentano il colpo grosso, come quello messo a segno in un appartamento di piazza Cavour. Vacanze rovinate per marito e moglie: il loro rientro a casa, la prossima settimana, sarà tutt’altro che piacevole. La polizia è alla ricerca di una coppia di malviventi che in un giorno ha consumato quattro furti. Il quinto è andato a vuoto perché qualcuno si è accorto di loro. Era il proprietario di un’abitazione di via Pontelungo. Erano le 19 circa. Ha sentito dei rumori, ha acceso la luce e ha visto due sagome scappare e sparire nel buio. Subito ha afferrato il cellulare per dare l’allarme. 

LEGGI ANCHE:

Ancona, i residenti escono per lo shopping: i ladri svaligiano tre appartamenti

Ancona, quattro furti in casa in un'ora. Scoperti, i ladri hanno beffato i residenti
 

Immediato l’intervento di Volanti e Polizia scientifica. Sulla finestra al piano terra i segni del tentativo di scasso, gli stessi che sono stati rilevati negli altri sopralluoghi. Tutta la zona ai piedi di Candia è stata passata al setaccio, ma della gang nessuna traccia. Poi la serie di telefonate dei residenti che, di volta in volta, col cuore in gola raccontavano al 113 lo choc alla vista delle loro case messe sotto sopra, saccheggiate, ridotte a un cumulo di cassetti rovesciati, armadi svuotati, vestiti gettati ovunque. Il bilancio è pesante: i blitz sono riusciti in via della Madonnetta, in via Pontelungo e in Strada delle Fontanelle, concentrati nel raggio di poche centinaia di metri. In tutti i casi i ladri sono entrati forzando le finestre con cacciaviti e arnesi da scasso. In una circostanza è stato trovato un forellino sugli infissi, praticato probabilmente con un trapano a mano. Nessuno si è accorto di nulla né sono state notate auto sospette. L’unica segnalazione in diretta è stata quella di un altro residente di via Pontelungo che per un soffio non si è trovato faccia a faccia con i ladri: gli è bastato accendere la luce e urlare per costringerli a scappare per i campi. Che potesse trattarsi dell’ennesimo venerdì “nero” lo ha fatto pensare un altro furto, il primo della serie, avvenuto qualche ora prima, in pieno giorno, nel cuore della città.

Mentre la ruota panoramica girava e una processione di persone faceva tappa nei mercatini natalizi, in piazza Cavour i malintenzionati trovavano il modo di penetrare in un palazzo e scassinare la porta blindata di un appartamento abitato da due coniugi fuori città per le vacanze. Hanno avuto tutto il tempo di ispezionare ogni angolo della casa e mettere le mani dappertutto. Ad avvisare i proprietari ci hanno pensato i vicini quando hanno notato inconfondibili segni sulla serratura. Anche in questo caso, sono spariti gioielli e ricordi di una vita. La polizia continua a dare la caccia ai misteriosi autori del poker di colpi alla vigilia della settimana in cui scatteranno i super controlli annunciati dal questore Claudio Cracovia, nelle vie del centro come nelle frazioni, nell’ambito della campagna “Accendiamo la sicurezza” in collaborazione con la Confartigianato che ha distribuito in tutti i negozi vademecum con consigli utili per prevenire furti e truffe. 

In arrivo i rinforzi del Reparto Prevenzione Crimine e dell’Uopi (le unità operative di pronto intervento, specializzate nell’antiterrorismo e nelle situazioni d’emergenza) che collaboreranno con gli agenti delle Volanti, della Squadra Mobile, delle unità Cinofili e della Polizia postale, impegnata a sventare le minacce del web. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA