Parcheggi introvabili, raffica di multe contro medici e infermieri del Salesi: «Ora basta, il Comune ci ascolti»

Mercoledì 22 Settembre 2021 di Stefano Rispoli
Caos sosta in via Corridoni davanti al Salesi

ANCONA - Un sit-in davanti al Comune per rappresentare le istanze dei lavoratori e protestare contro l’assenza di parcheggi e la raffica di multe piovute addosso a dipendenti e utenti del Salesi. A minacciare di scendere in piazza è la Rsu dell’Azienda Ospedali Riuniti che ora alza la voce e in una nota sottolinea l’odissea vissuta ogni giorno invia Corridoni, soprattutto da medici, infermieri e Oss, costretti a fare lunghi giri a vuoto a caccia di un posto, per poi dover lasciare l’auto in punti vietati. 

 


«Carenza parcheggi e accanimento sanzionatorio applicato dal 1° giugno 2021 rigidamente hanno aggravato un disagio che rischia di compromettere la qualità dell’importante ospedale pediatrico nel centro di Ancona - scrivono le Rsu di Cgil, Cisl, Uil, Fsi, Fials, Nursing Up, Nursind e Laisa -. Occorre trovare una soluzione per i lavoratori i quali, provenienti da ogni parte della Regione, quotidianamente ricercano un posto auto vuoto con la preoccupazione di non potersi presentare puntuali al lavoro. Un ospedale di eccellenza marchigiana che accoglie non solo un bacino regionale ma anche molta utenza proveniente da fuori regione, necessita di risposte adeguate alla peculiarità e specificità della struttura. Si vuole sottolineare che le situazioni di urgenza/emergenza sanitaria al presidio Salesi non hanno orari prestabiliti e sono inconciliabili con parcheggi inadeguati, permessi di sosta a tariffa agevolata insufficienti ed orari di autobus poco flessibili. È inaccettabile - incalzano i sindacati - che il Comune di Ancona, malgrado le richieste d’incontro inviate da questa Rsu, rifiuti un confronto per la risoluzione del problema. In assenza di risposte la Rsu degli Ospedali Riuniti Ancona intraprenderà ogni iniziativa a supporto della legittima istanza dei lavoratori e dell’utenza, compresa una manifestazione davanti al Comune di Ancona». 
Ogni giorno si scatena il caos in via Corridoni e dintorni. Già a luglio, tramite il Corriere Adriatico, era stato lanciato un accorato appello da un gruppo di dipendenti del Salesi, multati a ripetizione da quando gli ausiliari del traffico possono fare contravvenzioni anche in caso di sosta irregolare e non soltanto per il ticket scaduto nelle zone blu. Medici, infermieri e Oss hanno ricevuto una media di due multe a testa e una di loro è arrivata a pagare quasi 300 euro. Senza zone di sosta libera o un pass, la sosta raggiunge costi esorbitanti: per un turno di lavoro di 12 ore si arriverebbero a pagare quasi 15 euro per il parcheggio. Di qui la tentazione di lasciare l’auto fuori dagli spazi consentiti. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA