Alluvione, news in tempo reale. Continuano le ricerche dei dispersi Mattia Luconi e Brunella Chiù. Elicottero sorvola le sponde dei fiumi Misa e Nevola

Alluvione, news in tempo reale. Continuano le ricerche dei dispersi Mattia Luconi e Brunella Chiù. Elicottero sorvola le sponde dei fiumi Misa e Nuvola
Alluvione, news in tempo reale. Continuano le ricerche dei dispersi Mattia Luconi e Brunella Chiù. Elicottero sorvola le sponde dei fiumi Misa e Nuvola
4 Minuti di Lettura
Domenica 18 Settembre 2022, 17:27 - Ultimo aggiornamento: 19 Settembre, 08:34

BARBARA  - Una task force è ancora alla ricerca di  Mattia Luconi e Brunella Chiù lungo il corso del Nevola, arrivando a setacciare a pettine l'area fino a 15 chilometri dal punto della loro scomparsa, dove il fiume ha travolto, inghiottito e sommerso tutto con un'ondata di acqua, fango e rami.  Ancora una notte di ricerche, senza esito, degli ultimi due dispersi dopo l'alluvione che ha devastato Senigallia e il suo entroterra. I soccorritori hanno lavorato anche con l'oscurità grazie alla luce delle fotoelettriche.

All'appello mancano il piccolo Mattia Luconi, 8 anni, strappato dalle mani della madre Silvia Mereu. Per la famiglia Mereu è una tragedia che si ripete: anno 2013, ponte di Oloè, sulla provinciale Dorgali-Oliena, Sardegna. Vittima del ciclone Cleopatra il sovrintendente della Polizia di Stato, Luca Tanzi: era il cugino di Silvia Mereu, morì in servizio per il crollo del ponte di Oliena. 

Dispersa ancora la 56enne Brunella Chiù - la madre di Noemi Bartolucci trovata senza vita l'altra notte - mentre da ieri pomeriggio è salito a 11 il numero delle vittime accertate: recuperato e identificato il corpo di Michele Bomprezzi, 47 anni, fratello dell'ex sindaco di Arcevia. In mattinata era stata ripescata nel fiume Misa a Serra dè Conti la sua auto.

Le news in tempo reale

Ore 21.30: scuole chiuse a Senigallia

Scuole di ogni ordine e grado chiuse sino a martedì a Senigallia, a causa del maltempo di giovedì notte con il fiume Misa esondato in più punti. Lo ha ribadito il sindaco Massimo Olivetti oggi in conferenza stampa. La chiusura è necessaria, ha spiegato, perché molte strade di collegamento con l'entroterra, da dove vengono molti studenti, soprattutto degli istituti superiori, sono ancora chiuse o inagibili. Ancora chiuse anche alcune strade nel centro abitato.

Ore 19.30: Appello di Tiziano Luconi, papà di Mattia: «Voglio credere che sia vivo»

Appello di Tiziano Luconi, il papà del piccolo Mattia: «Voglio credere che Mattia sia vivo, è una speranza che mi aiuta ad andare avanti. Magari il mio gnometto si è aggrappato a una pianta». Sono 11 le vittime già identificate, all'appello mancano Mattia e Brunella Chiù, la 56enne che era in auto con la figlia diciassettenne Noemi (che il suo Liceo ha voluto ricordare con un canto Navajo).

Ore 18.40: Il sindaco di Senigallia: «Alluvione, coinvolti 9.560 residenti»

«Sono 9.560 i cittadini residenti a Senigallia coinvolti nell'alluvione»: a dirlo è stato il sindaco della cittadina Massimo Olivetti nel corso di una conferenza stampa in cui è stato fatto il bilancio della situazione. «Le persone che abbiamo sistemato in hotel sono 42, mentre 12 anziani hanno trovato riparo presso la Fondazione città di Senigallia», ha spiegato il sindaco, sottolineando che «a questi si devo aggiungere le molte persone che si sono sistemate autonomamente presso parenti e amici». Olivetti ha anche ricordato che nella frazione di Bettolelle «dobbiamo registrare anche una delle 11 vittime dell'alluvione fin qui accertate»

Ore 16.50: Patuanelli, 880 milioni di euro per la gestione dell'acqua in Italia

Ammontano a 880 milioni le risorse destinate a interventi per la gestione dell'acqua in tutto il Paese. Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli in un'intervista a SkyTg24. È necessario «mettere in campo tutta la capacità di programmazione che questo Paese non ha ancora avuto: le risorse ci sono e il 30 settembre pubblicheremo la graduatoria di tutti quegli interventi di miglioramento delle strutture irrigue che compongono un pezzo di una misura del Pnrr, ha detto il ministro.

Ore 16.30: elicottero in volo per accertare gli argini di Misa e Nevola

I Carabinieri forestali del gruppo di Ancona, su delega della procura - che indaga per omicidio colposo e inondazione colposa in seguito all'alluvione che ha colpito la provincia provocando 11 morti ed ingenti danni - hanno effettuato nella mattinata un sorvolo con un elicottero NH 500 in dotazione al quinto nucleo elicotteri Carabinieri di Pescara per accertare lo stato degli argini e delle sponde dei corsi d'acqua Misa e Nevola. Le immagini, indicano i militari, «potranno essere utili per ricostruire la dinamica dell'evento e le condizioni attuali delle aste fluviali interessate dalle esondazioni».

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA