L'ultima sull'Ancona: ci sono due nuovi soci
E spunta Prioreschi, l'avvocato di Moggi

L'ultima sull'Ancona: ci sono due nuovi soci E spunta Prioreschi, l'avvocato di Moggi
2 Minuti di Lettura
Sabato 8 Ottobre 2016, 10:17 - Ultimo aggiornamento: 14:37

ANCONA - Il conto alla rovescia è iniziato e presto conosceremo il futuro dell’Ancona. Lunedì, come ribadito ieri sera dall’avvocato Lorenzo Mondini di Sosteniamo, due nuovi imprenditori dovrebbero uscire allo scoperto e la città potrà capire qualcosa in più. Partita la convocazione per l’assemblea dei soci che si terrà venerdì 14, giusto in tempo per evitare la penalizzazione.

Una pista c’è
Fonti attendibili lasciano intendere che un gruppo sia interessato a rilevare il pacchetto di maggioranza e che sia capeggiato dall’avvocato Maurilio Prioreschi. Il legale romano, conosciuto nel settore per aver difeso Luciano Moggi nella vicenda di Calciopoli, e ancora prima Renato De Pedis della banda della Magliana. Prioreschi avrebbe alle spalle almeno due industriali di spessore, nuovi del mondo calcistico. Quale sarebbe il motivo di questo interesse?

 

Pare che ci sia in parte lo zampino di Fabiano Ranieri, sempre più orientato a rimanere operativo con la carica di presidente onorario. Un ruolo che, però, non lo vedrebbe protagonista dal punto di vista economico. Tradotto: rimango in sella con una quota, mi do da fare nel tenere i rapporti, ma i soldi, quelli no. Dovranno metterli altri. Ed ecco spuntare dietro a questa operazione Michael Rangoni di Bologna. L’azienda di famiglia, attiva nell’ambiente del settore automobilistico sportivo, non c’entra nulla. Rangoni, di fatto, sarebbe solo un intermediario dei due mister “x” che, da come sembra, avrebbero già idee chiare su cosa fare all’interno del club. Si dice che proprio Prioreschi sarebbe il primo ad avere un incarico nella nuova struttura e che ad affiancarlo ci sarebbe un nuovo direttore sportivo e un responsabile marketing che in passato ha collaborato con Roma, Lazio e Perugia.

Tante voci, nessuna conferma
Il mistero s’infittisce sempre di più, al punto che nessuno della proprietà attuale ha capito chi c’è veramente al di là dei nomi emersi. Questo insospettisce tutto l’ambiente e non è da escludere che nel frattempo l’amministratore delegato David Miani stia trattando in contemporanea con altre figure. Intanto, ieri sera durante la trasmissione “Punto Biancorosso” su Radio Tua, l’avvocato David Favia, in estate contattato da persone vicine a Ranieri, ha riferito di essere stato avvicinato nei giorni scorsi da un presidente già impegnato a dirigere una società in Lega Pro. Un semplice abboccamento, a quanto pare.
Paolo Papili

© RIPRODUZIONE RISERVATA