Artisti contro il fango a Cagli, serata benefica con l'attrice anconetana Lucia Mascino madrina d'eccezione

Artisti contro il fango a Cagli, serata benefica con l'attrice anconetana Lucia Mascino madrina d'eccezione
Artisti contro il fango a Cagli, serata benefica con l'attrice anconetana Lucia Mascino madrina d'eccezione
di Elisabetta Marsigli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Ottobre 2022, 05:55

CAGLI - Per non dimenticare, per mantenere viva l’attenzione sulla tragedia che ha colpito la provincia di Pesaro e Urbino il 15 settembre scorso, va in scena questa sera alle 21, dal palco del Comunale di Cagli, “Artisti contro il fango”, evento benefico nato sulla proposta della neonata Compagnia delle Alte Marche, fondata da Giacomo Tarsi, Lucia Bianchi e Francesco Brunori. Madrina d’eccezione della serata, sarà l’attrice anconetana Lucia Mascino che ha aderito con passione all’iniziativa: «Ci tenevo moltissimo ad esserci - ha sottolineato - perché non dobbiamo dimenticare, ma continuare a tenere viva l’attenzione e gli aiuti necessari. È molto bello che tanti artisti abbiano deciso di mettersi a disposizione di questa iniziativa, ma sicuramente non finisce qui». 

 
La missione


L’idea è infatti quella di continuare a proporre un sostegno attivo ai Comuni più colpiti da questa tragica alluvione, ma non solo, come ribadisce Giacomo Tarsi di Alte Marche, che già in passato aveva raccolto una serie di artisti per uno spettacolo dedicato all’Ucraina. «La nostra compagnia nasce proprio con l’intento di valorizzare le nostre zone e non è un caso che sia io che Lucia Bianchi e Francesco Brunori siamo dei professionisti che hanno studiato fuori e abbiano deciso di tornare nel nostro territorio per fondare qui una compagnia teatrale e cercare di dare lavoro ai tanti artisti residenti qui. Il nostro primo spettacolo doveva inaugurare la sala Capponi di Cantiano: avevamo scelto “Uomini e topi” di Steinbeck. Ora la nostra è diventata ancora di più una “missione”: dopo Cagli, stiamo già lavorando per un’altra iniziativa, sotto Natale, a Cantiano, per raccogliere tutte le istanze di tutti i paesi delle Marche, così come gli stessi terremotati. Un percorso che non si ferma qui».


Le esibizioni


A tutti gli artisti chiamati a partecipare è stato chiesto di portare qualcosa del proprio repertorio, per una serata che accoglie poesia, teatro canzone, monologhi e stand up Comedy. «Un modo per presentare le eccellenze di questo ricco nostro territorio - prosegue Tarsi - per condividere emozioni». Lucia Mascino, oltre che madrina, sarà in scena con il violinista Marco Santini; Lucia Bianchi proporrà un monologo tratto da Marquez; Francesco Brunori la nota poesia di Pasolini “Alla mia nazione”; Fabrizio Bartolucci, insieme al chitarrista Tommy Baldini, proporrà il brano di Lucio Dalla “Enna”, uno dei suoi testi più belli, tanto che lo stesso autore voleva fosse recitato più che cantato; spazio alla comicità con Diego Parlanti, Sandro Fabiani, Alessandro Gimelli, Viviana Altieri e Nicola Nicchi, Andrea Caimmi e Mara Di Maio, ma anche alla musica con Elena Fioretti, a Shakespeare con Giampaolo Valentini, nonché ad un testo indù con Michele Maccaroni e Iacopo Nestori, fino alla poetica di Handke con Alice Toccaceli.
L’entusiasmo
«Un mix variegato di altissima qualità - conclude Tarsi - e la bellezza di questa serata sta proprio in questo. Tutti hanno risposto con entusiasmo, senza un attimo di esitazione». Dopo quella teatrale, anche Fano dedicherà una serata alla raccolta fondi, in programma domenica prossima, chiamando questa volta a raccolta i tanti talenti musicali del nostro territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA