Sesto legato e ucciso in casa: due ergastoli e due condanne a 16 anni. Imputati in lacrime

Mercoledì 22 Luglio 2020
San Lorenzo in Campo, Sesto legato e ucciso in casa: due ergastoli e due condanne a 16 anni. Imputati in lacrime

SAN LORENZO In CAMPO - Rosario e lacrime. Due ergastoli e 16 anni per gli altri due correi, imputati per l’omicidio di Sesto Grilli, il 74enne di San Lorenzo in Campo, trovato morto in casa, legato e con un cuscino sul volto lo scorso 17 marzo 2019. E’ questa la sentenza espressa dalla corte d’assise di Pesaro.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, un altro giorno senza morti nelle Marche: l'ultimo decesso il 15 giugno scorso/ La mappa interattiva del contagio provincia per provincia

Videochiamate hard con i minori e tariffario per il materiale porno: sgominata rete di pedofili anche nelle Marche


La corte presieduta dal giudice Lorenza Mussoni con Di Palma giudice a latere, si è pronunciata dopo 5 ore di camera di consiglio. Dante Lanza (34 anni) e Franco Deluca (40 anni) sono stati condannati alla pena dell’ergastolo per omicidio volontario aggravato dalla minorata difesa della vittima.
 
Massimiliano Caiazza (28 anni) e Nino Deluca (29 anni) sono stati condannati a 14 anni per l’omicidio più 2 anni per la tentata rapina per un totale di 16 anni. Per loro il reato è stato riqualificato in concorso anomalo, ovvero quando il reato è diverso da quello voluto dai concorrenti. Sono cadute le aggravanti delle sevizie, della crudeltà e dei futili motivi. Sono stati momenti di tensione, con l’imputato Lanza che ha tenuto il rosario in mano, poi si è lasciato andare al pianto. Imperscrutabile Franco Deluca, così come il fratello Nino. Anche Caiazza si è abbandonato al pianto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA