Si balla senza mascherine e distanziamento: musica spenta a metà serata e due locali chiusi

Lunedì 6 Settembre 2021 di Gianluca Murgia
Si balla senza mascherine e distanziamento: musica spenta a metà serata e due locali chiusi

CATTOLICA - Malindi e Bikini spente per 5 giorni con 400 euro di multa a locale. A Cattolica, nella notte tra venerdì e sabato e nello sabato natte appena trascorso, i carabinieri della Tenenza, diretti dal capitano Antonino Miserendino, hanno sottoposto a chiusura i due locali ed applicato nei loro confronti la sanzione amministrativa per violazione delle disposizioni anti contagio. Nonostante pregressi analoghi, i due locali hanno ospitato nel weekend vere e proprie serate di intrattenimento con numerosi giovani sulla pista da ballo, senza mascherine né distanziamento. 

Il segreto dei 48 Comuni Covid free nelle Marche? Vaccinazioni sopra il 70%. E in tre la percentuale supera l'80%

 

La pantomima dell’estate

I due locali hanno terminato la serata in autonomia spegnendo la musica e facendo defluire la gente. Nessuna reazione. L’estate sta finendo ma continua quella che molti hanno definito come la pantomima delle disco: multa e chiusura (spesso di 400 euro e per 5 giorni) ma pronta riapertura, nel weekend successivo, con l’idea di non rispettare, ancora, le regole anti contagio. Perché? Perché in una serata “vecchio stile” si incassa spesso parecchio e la multa da 400 euro, con 5 giorni di chiusura, diventano qualcosa di sostenibile. Un paradosso, ovviamente, ma che le cronache di questa estate raccontano dalla costa all’entroterra, senza dimenticare che il mondo della notte è stato ed è il settore più colpito della pandemia (che non giustifica ma spiega, in parte, questo susseguirsi). I carabinieri di Riccione, supportati dalle Squadre di Intervento Operativo del Reggimento di Bologna, hanno passato al setaccio viali, stazione ferroviaria e quella del Trc, attraverso l’identificazione di tutti i gruppi in arrivo a Riccione. Arrestato in via Marano un cittadino albanese di 23 anni, alloggiato in un residence di Rimini, in possesso di 12 dosi di cocaina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA