Pesaro, i voucher Coronavirus arrivano direttamente a casa. E c'è un tesoretto da 170mila euro

Sabato 4 Aprile 2020 di Thomas Delbianco
Pesaro, i voucher Coronavirus arrivano direttamente a casa. E c'è un tesoretto da 170mila euro

PESARO - Il sindaco Matteo Ricci accoglie positivamente la richiesta del centrodestra sui buoni spesa per il Coronavirus: «Sabato mattina (oggi, ndr) in giunta definiremo nuovi criteri per distribuire il 33% di risorse che è rimasto - ha detto Ricci nella diretta a Rossini Tv - Tra i criteri, ci sarà anche un’attenzione per le famiglie numerose, come richiesto dal centrodestra. E faremo una valutazione anche sugli affitti».

LEGGI ANCHE:
Pesaro, il primario Gnudi in trincea: «Meno accessi al pronto soccorso, ma sempre tanti ricoveri. E attenzione all'ondata di ritorno»

Anche Olimpia Leopardi a fianco del Corriere Adriatico per Torrette: «Insieme ce la faremo»


Sono circa 170mila euro che saranno da distribuire, una cifra preziosa in questi tempi difficili che merita un’accorta ripartizione. Intanto oggi è partita la distribuzione della prima tranche di voucher: saranno consegnati direttamente a casa dei richiedenti per motivi sanitari, evitando così assembramenti, e di privacy.
 
Intanto va registrata la replica del gruppo di maggioranza ForzaPesaro-Ungranbelpo’ al centrodestra che ieri aveva sollevato perplessità proprio sui criteri dello smistamento dei voucher: «A pochi giorni dal decreto che garantisce per Pesaro un contributo di 500.000 euro per sostenere le fasce più deboli tra i cittadini pesaresi - interviene il gruppo in una nota - abbiamo definito i criteri per l’assegnazione dei 25.000 voucher».
Prosegue la nota: «Il sociale ed il sostegno alle categorie più deboli della città sono da sempre al centro della politica di governo, di questa Amministrazione comunale, come testimonia il lavoro fatto dell’assessore Sara Mengucci. A maggior ragione in questa fase emergenziale infatti, per garantire al meglio i servizi, che fanno capo al comune, ci siamo attivati per rimodulare i servizi stessi adattandoli alla grave situazione sociale ed affrontando grandi difficoltà operative. Riteniamo pertanto sterile la polemica del centrodestra sulla questione dei requisiti per i voucher, oggi la politica deve dare risposte serie, concrete e rapide per rispondere all’emergenza, deve dare il meglio di se, speriamo ne sia capace. Stiamo raccogliendo le centinaia di domande che stanno arrivando e da domani saremo in grado di cominciare con la loro consegna. Questo grazie all’instancabile attività intrapresa dall’amministrazione e dagli uffici comunali». 
Il gruppo della coalizione di centrosinistra guidato da Luca Pandolfi evidenzia che «i principi che hanno mosso l’amministrazione comunale sono quelli di dare la precedenza alle fasce sociali più colpite e più in difficolta e di farlo nel più breve tempo possibile. L’emergenza è oggi, i pesaresi lo chiedono oggi ed è oggi che vogliamo dare risposte. Una volta che saranno consegnati i voucher, anche grazie all’intervento dei quartieri, a tutte le famiglie che rispondono ai requisiti indicati, si procederà senza soluzione di continuità ad utilizzare tutto il contributo a disposizione. Il nostro obiettivo é far fronte a questa tragica soluzione. Siamo già al lavoro per questo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA