Raffica di multe ai bagnanti, l'assessore: «Segnalazione di un pedone, era giusto intervenire»

Fano, raffica di multe ai bagnanti, l'assessore: «Segnalazione di un pedone, era giusto intervenire»
Fano, raffica di multe ai bagnanti, l'assessore: «Segnalazione di un pedone, era giusto intervenire»
di Massimo Foghetti
4 Minuti di Lettura
Martedì 9 Giugno 2020, 10:42

FANO - In merito alle multe che vengono sistematicamente fatte dai vigili urbani nella zona balneare, si scontrano due visioni: quella dei concessionari di spiaggia che invitano alla tolleranza e quello dell’assessorato alla Polizia Locale intenta ad assicurare una vacanza sicura e serena ai turisti nel rispetto delle regole. Alle proteste che i bagnini hanno elevato per l’intervento effettuato dai vigili in via Ammiraglio Cappellini nell’ultimo week end, quando molti automobilisti di ritorno dalla spiaggia hanno trovato la multa sul parabrezza, risponde l’assessore alla Polizia Locale Sara Cucchiarini: «L’Amministrazione Comunale – osserva - promuove il turismo e la pubblica sicurezza e vuole tutelare al massimo le persone che scelgono Fano per trascorrere le vacanze». 

LEGGI ANCHE:
Fermo, allarme rosso per la movida post Covid: «Escono per far danni, se dici qualcosa rischi una sberla»

Coronavirus, le Marche tornano a quota zero: nessun positivo su quasi 600 tamponi. É la terza volta/ I test effettuati in tutta Italia in tempo reale


«Per questo - continua - anche a Torrette ha riservato una parte della strada adiacente il litorale a ciclisti e pedoni, tenuto conto anche che questi ultimi spesso vi transitano con passeggini, bambini e disabili. Nessun blitz della Polizia Locale, che sabato scorso si è limitata ad intervenire su segnalazione di un pedone, che ha giustamente richiesto di far rispettare il divieto di sosta perchè altrimenti lui, la sua famiglia e gli altri, sarebbero stati costretti a camminare in mezzo alle macchine. Il pericolo non era affatto immaginario, dato che negli anni passati in quella stessa zona non sono mancati incidenti».
 

Per questo l’assessore Cucchiarini rivolge un plauso a tutti coloro che sono andati al mare in macchina e che sono stati rispettosi dei pedoni, lasciando loro libero il passaggio, tant’è che sono state sanzionate solo 6 autovetture. Più che evidente, a questo punto, che anche in futuro comportamenti gravemente irrispettosi delle norme di sicurezza continueranno ad essere sanzionati in tutta la città. «L’invito che facciamo – continua - è quello di far capire che le regole, vengono fissate a beneficio della collettività intera, come le restrizioni che sono ancora previste a tutela della salute pubblica, ma siamo impegnati anche in opere pubbliche che sostengano le necessità della città». A questo riguardo risulta che l’ufficio mobilità ha già uno studio preliminare per realizzare un parcheggio nell’area comunale dell’ex Fantasy World, come evidenzia l’assessore ai Lavori pubblici Fabiola Tonelli: «Abbiamo anche aperto un dialogo - aggiunge - con l’Anas per mettere in sicurezza alcuni attraversamenti sulla Statale Adriatica. L’obiettivo è quello di non congestionare il traffico nella zona mare di Fano sud ma creare aree parcheggio a monte della ferrovia per servire tutta la zona mare». 

Progetto rinviato da anni
E’ un progetto che sia i residenti che gli operatori attendono da tempo. Attualmente l’area di Fantasy World ospita la montagnola dei fanghi prelevati dal porto di Fano che dovevano essere trasportati nella cassa di colmata di Ancona sette anni fa. Un impegno che è stato sistematicamente rinviato a causa dei ritardi della Regione. Questo dovrebbe essere l’anno decisivo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA