Covid, pochi positivi ma crolla il numero dei tamponi. Marche prime per occupazione dei posti in terapia intensiva/ Il trend dei contagi

Covid, pochi positivi ma crolla il numero dei tamponi. Marche prime per occupazione dei posti in terapia intensiva/ Il trend dei contagi
Covid, pochi positivi ma crolla il numero dei tamponi. Marche prime per occupazione dei posti in terapia intensiva/ Il trend dei contagi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Novembre 2021, 14:00 - Ultimo aggiornamento: 2 Novembre, 08:37

ANCONA - Pochi positivi, come ogni lunedì, ma un  piccolo allarme acceso per l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva. L'Agenas ha infatti messo le Marche come prima regione d'Italia con il 9% di posti letto occupati da malati Covid. Oggi, lunedì primo novembre, il Gores ha segnalato 45 nuovi positivi, il 4,6% dei 971 tamponi prime diagnosi analizzati. Sostanzialemte stabile l'incidenza, che si attesta a 47,42 casi ogni 100mila abitanti.

Marche Nord ha sospeso 12 dipendenti no vax tra cui un tecnico e 4 infermieri. C’è anche un reintegro

È stata quella di Ancona, oggi, la provincia con più positivi (22), seguita da Pesaro-Urbino (10), Fermo (7); Macerata (2) e Ascoli Piceno (1); sono stati 3 i casi provenienti da fuori regione. La fascia di età con più colpiti è stata quella 25-44 anni (9 casi), seguito da quella 60-69 (8) e quella 44-59 (7).

NESSUN MORTO, RICOVERI STABILI

Oggi per fortuna non sono stati segnalati decessi legati al Covid. Dall'inizio della pandemia nelle Marche sono morte 3.107 persone, 1.739 uomini e 1.386 donne. Stabili a 72 i ricoveri e a 18 quelli in terapia intensiva, salgono a 20 (+1) quelli in semi intensiva e scendono a 34 (-1) quelli nei reparti non intensivi. 

Dei 45 positivi di oggi 12 erano sintomatici, 15 dovuti a contatti domestici, 10 a contatti stretti con un positivo, uno in mabito scolastico. uno in ambito assistenziale ed uno in ambito sanitario, per 4 casi sono in  corso gli approfondimenti epidemiologici.

Dopo lo stop per la pandemia torna la Fiera dei Morti: sono attesi trecento espositori

IL TREND DEI CONTAGI

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA