Arcevia e Serra de’ Conti, aumentano i positivi e crescono le preoccupazioni

Arcevia e Serra de Conti, aumentano i positivi e crescono le preoccupazioni
​Arcevia e Serra de’ Conti, aumentano i positivi e crescono le preoccupazioni
2 Minuti di Lettura
Lunedì 1 Novembre 2021, 11:09

ARCEVIA  - Casi in aumento ad Arcevia e Serra de’ Conti. Nel primo Comune sono passati ieri da 18 a 20, nel secondo da 40 a 41. Dati a cui si aggiungono i cittadini negativi ma in quarantena: 3 ad Arcevia e 22 a Serra de’ Conti.

«E’ chiaro che la situazione sta diventando preoccupante – scrive Dario Perticaroli, sindaco di Arcevia ai cittadini -. Come affermato anche dal nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Santo Padre, vorrei nuovamente sensibilizzare chi ancora non l’ha fatto a sottoporsi alla vaccinazione e l’importanza di adottare comportamenti corretti, per tornare quanto prima ad una normalità che dipende dalla responsabilità di ognuno di noi che, mettendo da parte egoismi e perplessità, deve, esclusivamente affidarsi alla scienza».

Il sindaco ha poi sottolineato come il vaccino protegga davvero tutti, se stessi e gli altri. «Voglio anche rimarcare l’importanza – prosegue Dario Perticaroli - per tutti coloro che hanno superato il sessantesimo anno di età di vaccinarsi con la terza dose. Puntualizzo infine, con forza, che dobbiamo combattere il virus e non le mascherine, il vaccino o il Green pass. Non abbassiamo la guardia per non vanificare quanto fatto fino ad ora. Approfitto di questa comunicazione per ricordare a tutti gli operatori del settore della ristorazione di eseguire scrupolosamente il controllo del Green pass agli utenti all’ingresso dei propri locali».

Resta ancora alta l’attenzione a Serra de’ Conti dove si è registrato un lieve aumento. C’è un positivo in più rispetto al giorno precedente. In totale 41, 4 dei quali ricoverati in ospedale per i gravi sintomi riportati. Tra loro c’è il primo ricoverato non vaccinato, amico delle due vittime e frequentatore del bocciodromo. Struttura che, insieme al centro sociale, rimarrà chiusa fino al 3 novembre. Sindaco e direttivo stanno valutando se necessario estendere il provvedimento. Dipenderà dall’andamento dei contagi nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA