Marche Nord ha sospeso 12 dipendenti no vax tra cui un tecnico e 4 infermieri. C’è anche un reintegro

Lunedì 1 Novembre 2021 di Lorenzo Furlani
Marche Nord ha sospeso 12 dipendenti no vax tra cui un tecnico e 4 infermieri. C è anche un reintegro

PESARO  - L’azienda ospedaliera Marche Nord nell’ultima settimana ha sospeso dal servizio senza retribuzione 12 dipendenti che non si sono sottoposti alla vaccinazione anti Covid-19. La sospensione, firmata dalla direttrice generale Maria Capalbo, ha effetto fino all’assunzione del vaccino o, persistendo il rifiuto della somministrazione, fino al 31 dicembre, ai sensi della legge sull’obbligatorietà della vaccinazione per il personale del settore sanitario nelle varie mansioni.

 

Tra questi ci sono 4 infermieri e 1 tecnico, che sono stati sospesi dai rispetti Ordini professionali provinciali (delle professioni infermieristiche e dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione). Nessuno di essi ha espresso interesse per i posti alternativi (addetto al magazzino e ai trasporti) messi a disposizione dall’azienda. Degli altri 7 lavoratori solo 2 hanno risposto al bando per gli impieghi alternativi.

Uno aveva inizialmente accettato il ruolo di autista addetto ai trasporti di materiali notturni e diurni ma dopo 15 giorni ha rinunciato, l’altro ha rifiutato il posto disponibile di autista. Quest’ultimo aveva anche dichiarato di volersi sottoporre alla vaccinazione ma nel giorno convenuto non si è presentato. Infine, è stata revocata dopo un mese la sospensione di un infermiere reintegrato dal suo ordine professionale.

 

Ultimo aggiornamento: 15:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA