Gruppo Lube, vola il fatturato: «Nel 2022 segnali incoraggianti». Il 2021 si è chiuso con un +24% e 50 nuovi store aperti

Venerdì 13 Maggio 2022 di Lolita Falconi
Fabio Giulianelli, amministratore delegato del Gruppo Lube

TREIA - All’indomani della bellissima vittoria dello scudetto in serie A1 della squadra di volley che porta il suo nome, per il Gruppo Lube di Treia si registra un altro risultato degno di nota. Non sportivo, stavolta, ma aziendale. Il fatturato di fine anno 2021 del Gruppo, con i suoi brand Cucine Lube e Creo Kitchens, è stato di circa 248 milioni di euro con un incremento sul 2020 del 24%, con 224 milioni diretti nel mercato Italia e 23,7 milioni diretti nel mercato estero. In più l’anno scorso si è registrata anche l’apertura di nuovi 50 store su tutto il territorio nazionale. 

 

 
«Il fatturato Italia del Gruppo Lube equivale a una quota di mercato del 11,3% che se confrontata con il 10,9% del 2019 e con il 10,7% del 2018 conferma per l’ennesimo anno il gruppo Lube al primo posto tra i produttori italiani di cucine come quota di mercato interno», si legge in una nota del’azienda. Entrando nel dettaglio del bilancio 2021 il «risultato operativo lordo è di circa 25,4 milioni con un’incidenza sul Valore Prodotto di 10,3 punti percentuali e l’Utile Lordo supera i 30,6 milioni con un’incidenza del 12,5% rispetto al Valore Prodotto».

«Eccellenti anche i dati patrimoniali con sensibili incrementi degli indici di liquidità grazie al notevole miglioramento dei flussi di cassa e della gestione del circolante - fanno sapere dall’azienda, il cui amministratore delegato è Fabio Giulianelli -. Continua a crescere l’attivo patrimoniale e nel 2022 proseguirà necessariamente il piano degli investimenti industriali e commerciali che ha subito un leggero rallentamento nel biennio 2019/2020 a causa delle restrizioni Covid e che era già ripartito nell’anno appena concluso. Aumenterà infatti il ritmo di aperture di negozi monomarca, sono in programma altre numerose aperture nel 2022 dopo che nel corso dell’autunno 2020 si è raggiunto il traguardo dei 500 negozi a marchio Cucine Lube e Creo Kitchens in Italia, a cui è seguita l’apertura di nuovi 50 store nel 2021, inoltre proseguirà anche il piano di investimenti industria 4.0 che l’azienda ha iniziato nel 2018 che sta sempre più aumentando il livello tecnologico dell’azienda».

Nel primo trimestre del 2022 i segnali sono «ancora incoraggianti, il valore prodotto è cresciuto in tre mesi del 18% rispetto allo stesso periodo del 2021, sull’onda del successo della strategia commerciale - proseguono dall’azienda -. La volontà è precisa e l’impegno di tutti è rivolto a proseguire con determinazione il percorso, mantenendo gli stessi binari che stanno garantendo eccezionali successi».

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA