​Addio a Vincenzina Susca, prima donna manager di Porto Recanati

Mercoledì 21 Ottobre 2020
Crescenza

PORTO RECANATI - Porto Recanati in lutto: muore dopo mesi di malattia Crescenza (per tutti Vincenzina) Susca, 81 anni. La donna, ex imprenditrice calzaturiera molto nota in città, è la mamma della commerciante Maria Rosaria Moriconi, titolare dell’Arte Orafa in corso Matteotti.

 

Vincenzina era stata la prima donna manager a Porto Recanati. Non a caso nel 1996 gli era stato conferito il “Premio di Città di Porto Recanati”. L’allora commissione gli aveva riconosciuto di “aver vinto una grande battaglia per sé e per tutte le donne affermando il primato dell’intelligenza, della tenacia e della capacità professionale sul pregiudizio e su un malinteso senso della tradizione, nemico dell’emancipazione femminile”. 
La sua Porto Recanati gli aveva riconosciuto inoltre un impegno quotidiano e brillanti risultati nel suo lavoro di realizzazione di accessori per calzature che ha curato insieme al marito Guido per tantissimi anni nell’azienda di famiglia. Una donna dinamica, attenta alla vita della città, ed estremamente dedita alla sua famiglia. Recentemente è stata colpita da una malattia che non gli ha lasciato scampo. Vincenzina non ce l’ha fatta, si è spenta durante la scorsa notte nella sua abitazione. Lascia il marito Guido e i figli Francesco, Maria Cristina e Maria Rosaria. I funerali si svolgeranno oggi alle 15,30 nella chiesa del Preziosissimo Sangue. La famiglia ha chiesto di non donare fiori ma di raccogliere fondi a favore dell’Ant, una Onlus finalizzata all’assistenza specialistica domiciliare gratuita ai malati di tumore e alla prevenzione oncologica. Numerosi gli attestati di cordoglio pervenuti ai familiari di Vincenzina Susca in questo momento di profondo dolore. Una donna che aveva conquistato tutti con la sua disponibilità, la sua tenacia e le grandi qualità umane e professionali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA