Macerata, tragico schianto con lo scooter: papà Roberto muore sul colpo a 48 anni

Lunedì 8 Giugno 2020 di Carla Passacantando
Macerata, tragico schianto con lo scooter: papà Roberto muore sul colpo a 48 anni

MACERATA - Tragico incidente stradale ieri intorno alle 18.30 a Macerata, lungo la strada provinciale 25 “Cingolana”. La vittima è Roberto Martinelli, maceratese di 48 anni residente nella frazione di Villa Potenza. L’uomo era in sella a uno scooter quando, per cause in corso di accertamento, si è scontrato con un Suv Nissan ed è morto sul colpo. 

LEGGI ANCHE:
Ascoli, ex carabiniere freddato a colpi di pistola: sotto osservazione alcuni profili social

Ascoli, sacerdote nei guai per cocaina e e video pedopornografici: il vescovo chiede perdono ai fedeli

Sul posto sono intervenuti immediatamente gli operatori dell’emergenza sanitaria del 118, che non hanno potuto fare nulla per strapparlo alla morte. Stando a quanto è stato possibile ricostruire, Martinelli avrebbe tamponato l’auto che stava svoltando (la parte posteriore è stata distrutta), guidata da un uomo di 61 anni residente a Cingoli, che viaggiava insieme alla moglie. Un impatto tremendo. Il 48enne è stato scaraventato violentemente sull’asfalto ed è morto.
 
Era stato chiesto anche l’intervento dell’eliambulanza che, purtroppo, non è stato più necessario. Gli occupanti della Nissan, invece, sono stati portati in ambulanza all’ospedale di Macerata per accertamenti: non hanno riportato gravi ferite.

Sul luogo dell’incidente sono arrivati anche i vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Macerata. Quest’ultimi hanno effettuato i rilievi di rito al fine di ricostruire la dinamica dell’incidente e accertare eventuali responsabilità. La strada provinciale è stata temporaneamente chiusa al traffico e la polizia stradale ha provveduto a regolare la viabilità. Martinelli, che lavorava come capo operaio all’Apm di Macerata, lascia due gemelli di 4 anni, e la moglie Catiuscia. Abitava a Villa Potenza in via Domenico Troili. La terribile notizia della sua morte nella frazione maceratese si è subito diffusa a macchia d’olio, suscitando profonda commozione. «Era una persona tranquilla e riservata - affermano sconvolti gli amici del “Caffè per caso” di Villa Potenza -. Un bravissimo uomo, molto legato alla sua famiglia. Veniva spesso qui al bar». Questa mattina, come da prassi in questi casi, verrà effettuata l’autopsia sul corpo della vittima (il feretro è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale civile di Macerata dal personale del Centro funerario di via dei Velini), su disposizione della Procura di Macerata, che coordina gli accertamenti effettuati dai militari dell’Arma della locale Compagnia. I funerali devono ancora essere fissati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA