Mega cantiere nel centro storico di Civitanova Alta, difficoltà per studenti e genitori

Domenica 27 Febbraio 2022 di Simone Ronchi
Il cantiere

CIVITANOVA - Il mega cantiere che interessa il centro storico di Civitanova Alta ha rivoluzionato il traffico e la sosta all’interno delle mura, creando non pochi disagi ai residenti, agli alunni dei plessi scolastici e ai familiari che accompagnano i figli. Se nei primi giorni dei lavori una situazione di parziale caos per il traffico era preventivabile visto l’impatto dell’intervento su una zona già di per sé contraddistinta da spazi piuttosto angusti, meno giustificabili sono i disguidi e le difficoltà che si sono verificati per chi percorre a piedi le vie del borgo medievale. 

 


Venerdì scorso infatti all’uscita dalla scuola gli alunni della scuola media Ungaretti (facente parte dell’istituto comprensivo Sant’Agostino) si sono trovati catapultati in mezzo al cantiere mentre scendevano dal centro storico per raggiungere le auto dei genitori, che li attendono fuori dalle mure castellane, nella zona di Porta Marina. Sbucando dalle vie laterali che si immettono su piazza Garibaldi, fulcro dei lavori, i ragazzi si sono ritrovati a dover percorrere la superficie sconnessa della piazza, dalla quale sono stati rimossi tutti i sanpietrini per il rifacimento della pavimentazione.

Ad accoglierli nessuna pensilina di sicurezza, isolata dal cantiere. Fra lo stupore e l’indignazione dei genitori presenti gli studenti hanno percorso a piedi l’area, in una situazione potenzialmente pericolosa, dato che erano presenti un camion e una ruspa in manovra. Sulla situazione riguardante l’afflusso e il deflusso delle scolaresche ha inciso il fatto che solo dopo giorni dall’avvio del cantiere sono stati comunicati i percorsi di sicurezza per bypassare il cantiere e permettere agli alunni di raggiungere i genitori che li attendono.

L’intervento nel centro storico ammonta a 470mila euro, 120mila euro a carico della partecipata Atac. In seguito alla gara indetta dal Comune l’appalto è stato aggiudicato ad un ditta di Ascoli Piceno, con un ribasso d’asta del 10,44%. Il progetto è particolarmente lungo e complesso. Contempla infatti il rifacimento della pavimentazione di piazza Garibaldi, con interventi sui sottoservizi (fognatura e acquedotto su una superficie di circa 1400 mq) e sullo spazio verde presente nella piazza. L’opera richiederà alcuni mesi per essere ultimata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA