Falso avvocato truffa un’anziana a Civitanova. Nella sua auto trovati 7mila euro

Falso avvocato truffa un anziana. Nella sua auto trovati 7mila euro
Falso avvocato truffa un’anziana. Nella sua auto trovati 7mila euro
di Daniel Fermanelli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Dicembre 2023, 01:35 - Ultimo aggiornamento: 15:27

CIVITANOVA -  Fermato in autostrada dopo una truffa a un’anziana a Civitanova, è stato denunciato dalla polizia. Protagonista un 27enne, originario del napoletano, sorpreso durante un controllo di una pattuglia sull’autostrada A1 in direzione di Napoli, all’altezza di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. 

 
 
Nel veicolo è stata ritrovata, in un vano portaoggetti, la somma di oltre 7mila euro e un orologio da donna d’oro.

L’esitazione nel dimostrare la provenienza dei beni ed i precedenti della persona fermata hanno spinto i poliziotti ad avviare le indagini. È emerso così che l’uomo, proveniente dalle Marche, aveva poche ore prima raggirato un’anziana residente a Civitanova. La vittima, che aveva presentato denuncia, ha raccontato che, nella mattinata, era stata contattata da uno sconosciuto che si era presentato come un avvocato e le aveva chiesto denaro per evitare l’arresto della figlia, rimasta coinvolta - a dire del malvivente - in un incidente stradale con più auto. In contemporanea alla telefonata, si era presentato a casa sua un uomo che si è fatto consegnare la somma di denaro e l’orologio.

Il giovane è stato denunciato dalla polizia stradale per truffa mentre i beni sono stati sequestrati per restituirli alla vittima. Da parte delle forze dell’ordine l’impegno è grande anche sul fronte della prevenzione, sia lungo la costa che nell’entroterra maceratese. Tanti cittadini hanno partecipato l’altro giorno all’incontro “Difendiamoci dai truffatori” nei locali dell’oratorio di Castelraimondo.

Interesse e attenzione per l’iniziativa di prevenzione e sensibilizzazione su truffe e furti portata avanti dai carabinieri e dall’amministrazione comunale. Il capitano della Compagnia dei carabinieri di Camerino Angelo Faraca, nello specifico, ha portato esempi concreti e illustrato strategie ben precise, supportato anche dal comandante della stazione dei carabinieri di Castelraimondo Danilo D’Afflisio. Presente il sindaco Patrizio Leonelli, il vicesindaco Roberto Pupilli e l’assessore Ilenia Cittadini. «Ringraziamo i carabinieri per questo importante momento di prevenzione – ha spiegato il primo cittadino Leonelli – si tratta di incontri molto importanti che si riflettono sulla vita di tutti i giorni, in quanto il fenomeno delle truffe è sempre in agguato». 
 
«Inoltre - ha continuato Leonelli - appuntamenti come questo ci ricordano che siamo una comunità e fare rete tra di noi è ancora più importante dal punto di vista della prevenzione e della sensibilizzazione». Molte le iniziative di questo tipo anche sulla costa, con protagonisti sia i carabinieri che la polizia di Stato. Coinvolti le parrocchie e i centri di aggregazione per gli anziani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA