Bici, adesso spuntano anche i parcheggi attrezzati. Stacchietti: «Arrivano i fondi dal ministero»

Sabato 9 Ottobre 2021 di Sonia Amaolo
Bici, adesso spuntano anche i parcheggi attrezzati. Stacchietti: «Arrivano i fondi dal ministero»

PORTO SANT’ELPIDIO - Parcheggi attrezzati per biciclette. A Porto Sant’Elpidio si pedala. Il prossimo obiettivo in agenda è ottenere 80mila euro di finanziamento regionale. Soldi necessari a realizzare una velostazione o ciclostazione che dir si voglia. Si tratta di una struttura che oramai è necessaria a una città con la Bandiera Gialla conquistata per l’impegno nel campo della mobilità dolce. Predisposta per le due ruote.

 

 
La strategia
Il Comune, dunque, partecipa al bando della Regione e si prepara a cofinanziare il progetto, raddoppiando la cifra fino ad arrivare a 176.000 euro. Ormai sono spuntate ovunque nelle grandi città queste strutture: a Bologna, Bergamo, Bollate, Bari, per dirne alcune. Le velostazioni (parcheggi attrezzati per biciclette) attraversano lo Stivale da nord a sud e la novità non poteva non arrivare nella riviera elpidiense, che ha perso la Bandiera Blu due anni fa ma che, quest’anno a maggio, ha conquistato quella Gialla, entrando nella lista dei Comuni ciclabili d’Italia. L’amministrazione comunale ce la mette tutta per mantenere il vessillo. Quest’estate si ricorderanno i lavori che hanno interessato varie zone. Con 78mila euro si è messa in sicurezza la ciclabile di via Trieste, si è fatta ex novo quella alla pineta nord, si è fatto il tratto tra via Ravenna e via Faleria a sud. Si sono rifatti asfalti, cordoli, si è riverniciato il marciapiede, si è rinnovata la segnaletica e adesso è arrivato il momento del parcheggio attrezzato.


La decisione
«Abbiamo deciso di partecipare a un bando regionale che prevede un finanziamento per il sostegno della mobilità dolce - dice il vicesindaco Daniele Stacchietti, con deleghe a mobilità e trasporto -: visto il lavoro che abbiamo fatto, considerando la necessità di spingere sulla mobilità elettrica e la bicicletta, a questo punto partecipare al bando ci sembrava un’opportunità e un segno di coerenza». A Porto Sant’Elpidio ci sono sette chilometri di percorsi ciclopedonali fronte mare, da via Einaudi al lungomare Europa, da via Trieste a via Faleria. E si punta a collegare per la via della bicicletta l’est con l’ovest, Porto Sant’Elpidio a Sant’Elpidio a Mare, con tracciati tra mare e collina. A proposito della velostazione il vicesindaco spiega che il progetto prevede la possibilità di realizzare questa struttura in una zona che è stata già definita di interesse: nei pressi della stazione ferroviaria, dunque in piazza della Repubblica, se dal lato ovest, o in via Mameli, se dal lato est. Un parcheggio per bici attrezzato che non è solo un’area di sosta ma è una struttura dotata di servizi.


I servizi
E’ stato redatto lo studio di fattibilità per questo centro di mobilità utile a migliorare l’offerta di servizi specifici per la due ruote. Prevista una spesa complessiva di 176.825 euro, da finanziare con risorse regionali per 80.000 euro e i restanti 96.825 euro a carico del Comune. L’architetto Bruno Valeriani ha predisposto il progetto di fattibilità, a titolo gratuito tra l’altro, e «speriamo di centrare l’obiettivo, che è quello di rafforzare la mobilità dolce in città. Siamo convinti che sia un’opportunità e vogliamo coglierla», chiosa il vicesindaco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA