Anziano raggirato, smascherati due truffatori seriali: lo avevano costretto a ritirare i soldi alle Poste

Venerdì 18 Giugno 2021
Anziano raggirato, smascherati due truffatori seriali: lo avevano costretto a ritirare i soldi alle Poste

FERMO - Sono accusati di circonvenzione d’incapace due soggetti fermati dai carabinieri di Fermo. I militari, guidati dal luogotenente Andrea Giannessa, hanno denunciato la coppia di origini napoletane, già nota alle cronache giudiziarie. I fatti risalgono ad oltre quattro mesi fa.

Africano all'autorità portuale, Acquaroli al Ministro: «Subito la nomina». Rabbia Pd: «Giochi poco trasparenti»

Era inizio febbraio quando, in una stradina del centro storico di Fermo, probabilmente dopo aver pedinato ed osservato la preda, un anziano del posto, i due lo hanno avvicinato e convinto a rientrare in casa per prendere il libretto postale ed effettuare un prelievo di denaro, che sarebbe servito per acquistare degli indumenti. Il vecchietto, in precarie condizioni psicofisiche, è stato accompagnato nella sua abitazione, ha preso il libretto ed è salito in macchina con i due impostori, arrivati fino a Civitanova. A quel punto si sono recati in un ufficio postale e lo hanno fatto entrare a prelevare alcune centinaia di euro.

Coronavirus, nelle Marche 28 nuovi positivi: metà sono contagiati da amici e parenti. Oggi un decesso/ I numeri delle regioni

L’anziano, presi i contanti, li ha consegnati ai malviventi, che in cambio gli hanno consegnato giubbotti di scarsissimo valore commerciale. Alcune ore più tardi, la vittima ha realizzato di essere stata raggirata e si è presentata dai carabinieri. Le indagini sono durate mesi, ma alla fine il personale dell’Arma è riuscito a ricomporre tutti i dettagli della vicenda ed ha accertato l’identità dei due truffatori. Entrambi sono risultati recidivi e più volte, in passato, avevano tentato con svariati escamotage di raggirare persone fragili. Ora risponderanno in tribunale di circonvenzione di incapace e sono stati denunciati.

 

Ultimo aggiornamento: 19 Giugno, 17:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA