Fermo, smantellati quattro covi di clandestini: sigillate porte e finestre delle case occupate

Sabato 4 Luglio 2020 di Pierpaolo Pierleoni
Fermo, smantellati quattro covi di clandestini: sigillate porte e finestre delle case occupate

FERMO - Ultimata la messa in sicurezza degli alloggi occupati abusivamente. Si è completato ieri un percorso iniziato a metà aprile a Lido Tre Archi, quando il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro ha emanato un’ordinanza per intimare ai proprietari di 4 appartamenti della località di provvedere alla loro chiusura. 

LEGGI ANCHE:
Tremendo frontale tra auto: grave una ragazza, ferito un uomo

Un'altra pirata della strada: caccia ad una donna che ha travolto un anziano ed è scappata

Quegli alloggi, da tempo inutilizzati, erano diventati covo abituale di clandestini o soggetti con precedenti penali, che dopo aver forzato gli ingressi vi bivaccavano. Un pericolo potenziale e reale per l’ordine e la sicurezza pubblica, oltre che di igiene e salute, visto il soggiorno in assenza di forniture idriche e l’abbandono incontrollato di rifiuti.
 
Luoghi che in più occasioni, secondo gli inquirenti, si legavano anche ad attività illecite. Fondato il sospetto degli inquirenti che quegli immobili siano diventati luoghi per custodire la refurtiva di reati contro il patrimonio o per dedicarsi allo spaccio di stupefacenti. Notificata l’ordinanza agli interessanti, allo scadere dei termini per adempire autonomamente, l’amministrazione comunale ha incaricato una ditta per approntare le misure necessarie a sigillare porte e finestre di tutte le quattro abitazioni. Si è così iniziato nei giorni scorsi ad effettuare i controlli del caso, con un meticoloso monitoraggio a cura delle forze di polizia, che hanno effettuato la perlustrazione degli appartamenti ed identificato tutti gli occupanti abusivi.
La segnalazione
Per tutti è scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria. Giovedì pomeriggio l’ultimo atto. Presenti sia polizia di Stato che polizia locale di Fermo, a supporto dell’azienda operativa sul posto per la messa in sicurezza del quarto alloggio considerato dall’ordinanza sindacale. Le operazioni sono state ultimate regolarmente ed ora gli edifici risultano blindati ed inaccessibili a chiunque. Terminato, quindi, il lavoro nelle 4 case occupate abusivamente, ma questo non significa abbassare la guardia, perché il fenomeno è tutt’altro che scomparso. I poliziotti hanno infatti effettuato ulteriori verifiche, dando seguito ad alcune segnalazioni dei residenti per presenze sospette in altri appartamenti . 
Tocca ora agli operatori della squadra mobile effettuare tutti gli accertamenti del caso, cui potrebbero seguire, a giorni, nuove ordinanze di chiusura e messa in sicurezza. 
I controlli
Pattuglie operative, oltre che nei grandi palazzi del quartiere, anche su strada, per l’identificazione di soggetti in transito o domiciliati a Tre Archi. Nell’ambito di queste operazioni, la polizia ha fermato un soggetto straniero di passaggio nelle vie della costa nord di Fermo. Alla verifica documentale ed ai successivi riscontri, la scoperta che la polizza assicurativa su cui l’uomo viaggiava era scaduta da ben 5 anni Immediatamente è quindi scattata la multa prevista dal codice della strada, insieme al sequestro amministrativo del veicolo ed altre sanzioni minori per anomalie documentali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA