Fermo, tamponi più veloci, ma crescono i sanitari positivi: al Murri serve personale

Mercoledì 25 Marzo 2020
Fermo, tamponi più veloci, ma crescono i sanitari positivi: al Murri serve personale

FERMO - Da quattro ore a venti minuti scarsi. Ridurrà di netto i tempi per avere i risultati dei tamponi, il nuovo macchinario ordinato dall’Area vasta 4. Servirà soprattutto per chi arriva in ospedale e per quelli in isolamento domiciliare vigilato. Per sapere se hanno il Coronavirus e decidere il da farsi. Al Murri sono iniziati i controlli al personale sanitario.

LEGGI ANCHE:
L'inferno nelle case di riposo. Ospiti e personale, il contagio s’allarga: 6 morti ad Ancona

Coronavirus: l'ospedale sarà sulla nave. Oggi il progetto, servono 12 milioni

Tra i 43 positivi al Covid-19, ci sono undici medici e venti infermieri. Menti e braccia sottratte a un ospedale in affanno. Dei rinforzi previsti ne è arrivata solo una parte. Sei infermieri e quattro medici. Troppo pochi. «Troviamo diffidenze e difficoltà. Succede che li chiamiamo, facciamo la formazione e, quando c’è da firmare il contratto, ci ripensavo», fa sapere il direttore dell’Area Vasta 4, Licio Livini. Insomma, l’ospedale potrebbe assumere personale anche fuori graduatoria, ma ha problemi a trovarlo. Ora ci sarebbero altri quindici infermieri “papabili”, ma bisognerà vedere se diranno sì. Livini ha cercato aiuto anche fuori regione.
 

Ultimo aggiornamento: 10:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA