«Suo figlio ha il Covid»: nonnina di 91 anni avvisa la polizia e sventa una truffa da 9mila euro

L'accaduto è stato raccontato da un parente che ha aiutato l'anziana a non cadere nella trappola

Como, a 91 anni avvisa la polizia e sventa una truffa da 9mila euro: fermata una donna
Como, a 91 anni avvisa la polizia e sventa una truffa da 9mila euro: fermata una donna
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Agosto 2022, 11:42

COMO - Si è detta disposta a consegnare i 9mila euro chiesti al telefono per aiutare il figlio malato di Covid e ricoverato in ospedale, ma nel frattempo ha avvisato la polizia. Quando poi la truffatrice si è presenta alla porta per riscuotere, ha trovato ad attenderla gli agenti che l'hanno arrestata.

Ancona, “solito” divieto di balneazione dopo le piogge: niente tuffi al Passetto e al Cardeto

Anziana di 91 sventa truffa: fermata una donna

A sventare l'ennesima truffa telefonica è stata un'anziana di 91 anni, che ha consentito ai poliziotti di fermare e identificare una donna, poi condotta in Questura a Como. A raccontare l'episodio, riportato dal giornale "La Provincia di Como", è un familiare della signora che, pur scegliendo di mantenere l'anonimato, riferisce l'accaduto così che possa essere da esempio e monito per altri anziani obiettivi di possibili truffe telefoniche.

«Per fortuna ero in casa quando è arrivata la chiamata», spiega il parente che ha sporto denuncia per l'accaduto «una voce, dall'altro capo della cornetta, segnalava che il figlio era gravemente malato di Covid, ricoverato all'ospedale Valduce, e che per essere salvato necessitava di una serie di costose iniezioni». L'anziana ha subito capito di essere di fronte a un tentativo di truffa e, con l'aiuto del parente, ha chiamato la polizia, facendo scattare la trappola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA