Terrore al parco, cane si libera
dal guinzaglio e azzanna due bimbe

Terrore al parco, cane si libera dal guinzaglio e azzanna due bimbe
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 29 Agosto 2018, 15:19 - Ultimo aggiornamento: 19:07
BORGORICCO - Cane sfugge alla donna che lo custodiva e azzanna due bimbe. Paura l'altro giorno alle 17.45 nell'area verde Don Bosco di Borgoricco. Un esemplare di grossa taglia di Bull Terrier, dopo essersi liberato dal guinzaglio, ha assalito una bambina di sette anni e una bimba di appena 18 mesi.

La situazione è apparsa subito drammatica. La donna che teneva, per conto dell'amica proprietaria, il cane ha subito capito la gravità della situazione e ha tentato in tutte le maniere di allontanare l'animale dalle due piccole, che avevano riportato ferite alle braccia, perdendo sangue. Nella difficile impresa di distogliere il cane dalle bambine, la stessa donna è rimasta ferita seppur in maniera non grave. Nel parco Don Bosco, chiamati da alcuni visitatori che avevano assistito terrorizzati alla scena, sono intervenuti i sanitari del Suem 118 con un'ambulanza. Le due bimbe sono state soccorse già sul posto e poi trasferite all'ospedale di Camposampiero. Dopo tutti gli accertamenti del caso, sono state giudicate non in pericolo di vita: la loro prognosi è inferiore ai trenta giorni, ma una di loro a scopo precauzionale ha trascorso la notte in ospedale in osservazione.
 

Se l'è cavata con qualche giorno di prognosi la custode del cane. La stessa aveva avuto in affido l'animale da una sua amica e come spesso faceva l'ha portato a fare una passeggiata al guinzaglio al parco. Ad un tratto l'animale si è liberato e ha puntato dritto verso le giostrine dove stavano giocando le due bambine sotto l'occhio attento di un familiare. Al parco don Bosco sono arrivati anche gli agenti della Polizia locale della Federazione del Camposampierese. Il cane è risultato in regola con le vaccinazioni e dotato di regolare microchip. Da quanto si è appreso, prima dell'altra sera non aveva mai evidenziato comportamenti aggressivi, ma dopo quanto è accaduto verrà tenuto sotto stretta osservazione da personale veterinario specializzato, per capire cosa possa aver scatenato la sua furia.

L'INTERVENTO È apparso chiaro fin da subitohe se la persona aveva l'animale in custodia è intervenuta in maniera tempestiva, evitando così che l'aggressione avesse ben più gravi conseguenze. Quello avvenuto l'altra sera è un episodio isolato a Borgoricco e nello specifico nel parco Don Bosco. I controlli degli agenti sono quotidiani proprio per verificare che i cani siano tenuti al guinzaglio. Ecco perchè quanto accaduto appare a tutti gli effetti una fatalità che si è conclusa con una corsa all'ospedale, qualche ferita da suturare e soprattutto tanta paura. E' ancora tutto da vedere se i familiari delle bambine procederanno a querela di parte nei confronti della proprietaria Bull Terrier, che tra l'altro è risultato regolarmente assicurato come prescrive la legge. Cesare Arcolini
© RIPRODUZIONE RISERVATA