Vede la ex a passeggio con un altro e scoppia la rissa, ascolano geloso denunciato

Lunedì 3 Maggio 2021 di Emidio Lattanzi
I controlli della polizia locale a San Benedetto

SAN BENEDETTO - Il primo sabato di zona gialla si è rivelato un incubo. Il bilancio di un sabato pomeriggio di autentica follia parla di una denuncia, di un paio di incidenti stradali e di una serie di interventi delle forze dell’ordine per sedare le intemperanze di tanti giovanissimi. L’evento più grave si è verificato tra via Pasqualetti e via Paolini, nell’area delle pinete che corrono a ridosso del corso.

LEGGI ANCHE

Droga a scuola, blitz dei carabinieri: hashish e marijuana nascosti nel sifone di un lavandino

Festa del Primo maggio nei locali di un'associazione, blitz dei carabinieri e raffica di multe

 

Una scazzottata sfociata in rissa che ha portato alla denuncia di un venticinquenne ascolano. Il giovane era in Riviera e, proprio in centro, stando a quanto ricostruito, avrebbe incontrato la sua ex in compagnia di un altro ragazzo. Si è creata una tensione che è sfociata subito in una iniziale colluttazione. La scazzottata si è trasformata in rissa dal momento che amici dell’uno e dell’altro giovane si sono precipitati a dare manforte ai propri compagni. È così scattato il tafferuglio sedato dalla polizia che ha fermato il venticinquenne denunciandolo.


Positivo al Covid
In serata incidenti verosimilmente collegati agli eccessi dell’alcol. È accaduto in via Volta, dove un motociclista si è schiantato contro alcune auto in sosta. Soccorso dall’ambulanza è stato trasportato, con alcuni traumi, all’ospedale. Un altro incidente è invece avvenuto intorno alle 22 poco nella zona di via Montagna dei Fiori a cavallo dei territori comunali di San Benedetto e Acquaviva Picena. Una Jaguar è finita fuori strada ed ha riportato pesanti danni. L’automobilista che era al volante del veicolo ha lasciato l’auto e se ne è andato. Il motivo lo hanno scoperto i poliziotti poche ore dopo. L’uomo era positivo al Covid e sapeva che non poteva assolutamente trovarsi in giro.


Problemi anche a Grottammare dove sono dovuti intervenire sia i carabinieri che i sanitari del 118 per quanto accaduto nel primo pomeriggio pomeriggio di sabato in un ristorante. Un uomo, per motivi al vaglio dei militari, ha infatti dato in escandescenze creando scompiglio. La situazione è degenerata tanto che è stato necessario l’intervento sia dei militari della stazione di San Benedetto che dei sanitari del 118 arrivati a bordo di un’ambulanza. L’uomo è stato portato in ospedale.


Caos in centro
A San Benedetto la situazione è completamente degenerata. Ragazzi, molti ragazzini, completamente ubriachi. E a testimoniare il livello alcolico di pomeriggio e serata, oltre ai vari episodi che si sono verificati in giro per la città, c’erano anche le bottiglie lasciate ovunque, nelle vie più piccole e in quelle più grandi, oltre ai fiumi di urina lasciati dai tanti che non hanno trovato posto nei bagni di locali che hanno recuperato spazio per i tavolini all’esterno ma non sono in grado di gestire poi i bisogni fisiologici della propria clientela. Il tutto con le immancabili polemiche dei residenti che si dicono esasperati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA