Abbandono dei rifiuti e cani sporcaccioni: le fototrappole inchiodano i furbetti

Abbandono dei rifiuti e cani sporcaccioni: le fototrappole inchiodano i furbetti
Abbandono dei rifiuti e cani sporcaccioni: le fototrappole inchiodano i furbetti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Luglio 2022, 06:40

SAN BENEDETTO  - Contrasto all’abbandono scriteriato dei rifiuti, in Comune si tirano le prime somme del 2022. Settantacinque controlli con rimozione dell’immondizia, 7 multe a persone fisiche, 20 ad attività produttive; passate al setaccio ben 138 immagini catturate dalle foto-trappole. Numeri degli accertamenti (effettuati dai vigili e dalla Guardia nazionale ambientale nel periodo gennaio/maggio) contenuti in un atto recentemente passato al vaglio della giunta. Nello stesso report, si fa il punto anche su altre attività della polizia municipale. 

 
La lente


Ad esempio, sempre nel periodo gennaio/maggio, gli agenti hanno effettuato 12 servizi di controllo delle strade, tramite il “Targa System”: occhio elettronico che individua automaticamente i mezzi non in regola. Nel dettaglio: sono stati pizzicati (e multati) 4 veicoli non adeguatamente revisionati e 6 che circolavano senza assicurazione. Passando ad un altro capitolo: sono state fermate 39 persone per altrettanti controlli zoofili. Ventitré multe elevate contro altrettanti padroni che non rispettavano le norme sul benessere animale. Questo particolare servizio è stato espletato in collaborazione con il personale della Guardia nazionale ambientale. La Guardia nazionale ambientale (Gna) è un’associazione nata nel 2001. Opera in molte zone d’Italia e, dal 2018, ha stretto una collaborazione formale col Comune di San Benedetto e la PicenAmbiente. Grazie a questo accordo, nell’ambito di iniziative volge al decoro urbano, gli operatori della Gna possono interagire con agenti della polizia municipale e personale della protezione civile. In virtù di particolari autorizzazioni ottenute dalla Prefettura, possono anche procedere da soli sul fronte dei controlli (e delle eventuali sanzioni) per ciò che concerne il benessere degli animali: cani in primis.

Tornando alla questione dei rifiuti: l’impegno di vigili, Gna e PicenAmbiente prosegue anche ora che siamo in piena estate. Ma (complice anche l’aumento della popolazione legato al turismo) le situazioni di scarso decoro urbano non mancano. In molte zone della città, si segnalano lamentele per il mancato svuotamento dei bidoni degli sfalci. Mentre la scorsa domenica mattina, in Rete circolavano fotografie poco edificanti sui residui della nottata di movida, nei pressi dell’ex galoppatoio. Bicchieri e bottiglie di plastica, cartacce e altri rifiuti gettati lungo le strade. Una situazione che, secondo qualche esponente della minoranza comunale di centrodestra, poteva essere evitata se si fosse calibrato meglio l’orario di servizio dei netturbini della PicenAmbiente. 


Il programma
Il programma ufficiale della nuova amministrazione, guidata da Antonio Spazzafumo, fa un chiaro riferimento alla situazione dei rifiuti. Nell’atto (proiettato fino al 2026) si ritiene «Fondamentale una gestione puntuale del ciclo dei rifiuti per favorire la riduzione, il riciclo e il riuso da attuare attraverso un rinnovato rapporto fortemente sinergico con la PicenAmbiente Spa e una capillare azione di sensibilizzazione della cittadinanza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA