Calano i furbetti del semaforo rosso, il record di multe rimane quello toccato durante il lockdown

Giovedì 20 Gennaio 2022 di Emidio Lattanzi
Una postazione autovelox di Monteprandone

MONTEPRANDONE - Quello che soprende più di tutto è il saldo, in negativo, delle sanzioni fatte con il Vista Red. Un numero che indica come nel 2020, malgrado la popolazione sia stata ferma e chiusa in casa per quasi tre mesi, si siano commesse più infrazioni al semaforo rispetto al 2021. Un dato senz’altro positivo estrapolato dai tabulati con i quali la polizia locale di Monteprandone ha tirato le somme dell’anno da poco concluso. 

 

Freddi numeri dalla cui letture si evince però quale sia lo stato di cose per le strade del territorio. Ed esce fuori che se i monteprandonesi abbiano dimostrato una certa virtuosità di fronte al semaforo, hanno tendenzialmente confermato nueri e tendenze degli anni pre Covid per quanto riguarda gli altri numeri. 

I servizi generali gestiti dal Comando sono stati 10.912 (+2.062 rispetto all’anno precedente) tra richieste di intervento, informazioni e segnalazioni. Anche gli accertamenti anagrafici sono aumentati da 435 si è passati a 453, mentre sono stabili a 3 quelli in materia di edilizia e urbanistica. Sono quadruplicate le notizie di reato trasmesse alla Procura di Ascoli Piceno da 4 a 18 e quasi raddoppiati gli atti adempiuti su delega di altre Procure (da 14 a 25). Nell’ambito delle attività di Polizia giudiziaria, si segnala anche un episodio particolare: dopo l’atto vandalico ai danni di un mezzo comunale, la Polizia locale in tempi brevissimi ha rintracciato, il responsabile.

Nel 2021 46 gli l’autovelox a fronte dei 35 dell’anno precedente. Sono 3.199 le violazioni al Codice della Strada (Cds) di cui 1.460 (+ 264 rispetto al 2020) per eccesso di velocità, sono 810 (- 471 rispetto al 2020) per essere passati col rosso e sono 929 (+ 536 rispetto al 2020) per altre violazioni. 

Per quanto riguarda gli incidenti si è registrato un aumento dei sinistri stradali da 24 nel 2020 si è passati a 47 nel 2021. «È un dato che ci aspettavamo – spiega il comandante Eugenio Vendrame – nel 2020 per alcuni mesi, causa lockdown, era minore la circolazione di veicoli. Dato in linea con l’osservatorio provinciale dell’incidentalità e con quelli di Monteprandone pre-Covid: 50 incidenti nel 2018, 43 nel 2019». 

«Anche il 2021 è stato un anno impegnativo per la nostra Polizia Locale – dichiara il sindaco Loggi – in parte per i servizi ancora collegati alla pandemia, in parte legati alla ripresa delle attività sociali ed economiche in sicurezza. Sono tanti i progetti sui quali l’Amministrazione Comunale vuole puntare. Nel 2022 sicuramente aumenteremo i controlli in materia di tutela ambientale - preannuncia il primo cittadino di Monteprandone - anche attraverso la collocazione di telecamere dedicate o di foto trappole, senza dimenticare il rispetto delle norme sancite dai regolamenti comunali e dalle normative statali e provinciali in materia di decoro urbano, abbandono di rifiuti ed animali d’affezione. È in progetto in tal senso, l’attivazione di una nuova convenzione con un’associazione che si occupa di tutela ambientale».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA