Grottammare, rubano una Volkswagen Polo lungo la Statale Adriatica. Torna l'incubo dei furti d'auto

Torna l'incubo dei furti d'auto in Riviera
Torna l'incubo dei furti d'auto in Riviera
di Emidio Lattanzi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 15 Giugno 2022, 08:20 - Ultimo aggiornamento: 17 Giugno, 09:34

GROTTAMMARE - I ladri di veicoli tornano a colpire in Riviera. Nel giro di poche ore si sono infatti verificati due furti, quello di un’auto in via Bernini a Grottammare e quello di uno scooter nella zona di via Marsala a San Benedetto. Ma andiamo con ordine. 

 

Nella notte tra domenica e lunedì è infatti sparita una Volkswagen Polo bianca che si trovava parcheggiata lungo la Statale a Grottammare, nella zona a ridosso dell’intersezione con via Galilei. L’auto, parcheggiata nella giornata di domenica, lunedì mattina non era più al suo posto. Qualcuno nottetempo era riuscito ad entrare, manomettere la centralina che gestisce l’impianto eletronico e i dispositivi di sicurezza del veicolo, e si è quindi allontanato al volante della macchina appena rubata. I padroni dell’auto, lunedì mattina, sono usciti di casa e non hanno più ritrovato il mezzo al suo posto denunciando la cosa alle forze dell’ordine. Nei giorni precedenti invece qualcuno aveva asportato uno scooter dalla zona di via Marsala, nel tratto a Nord dell’incrocio con via Manzoni. Probabilmente le stesse persone avevano provato a rubare anche un altro ciclomotore in sosta nella stessa area. Non sono riusciti a portarlo via ma lo hanno danneggiato. Questo “blitz” dovrebbe rappresentare comunque un caso isolato e non è escluso che lo scooter trafugato possa essere rinvenuto, prima o poi, fda qualche parte lungo il territorio. Il furto dell’auto dovrebbe invece trattarsi dell’ennesimo colpo da “professionisti” dell’ormai famigerata banda di Cerignola che da anni sta rubando auto in Riviera (ma anche in diverse altre località della costa adriatica). Un fenomeno che, negli ultimi mesi, sembrerebbe essersi rallentato ma ce per anni, anche durante il lockdown del 2020, è andato avanti facendo letteralmente piangere diverse famiglie. Auto nuove, o al massimo con un paio di anni di vita portate via dall’oggi al domani, sparite dalla circolazione, portate in Puglia, fatte a pezzi e trasformate in pezzi di ricambio da vendere al mercato nero. 
 
Uno stop a questo fenomeno era stato messo dai carabinieri circa quattro anni fa quando l’Arma mise in piedi un’operazione che portò a diversi arresti smantellando così la banda delle persone che raggiungevano la Riviera allo scopo di rubare le macchine. Ma il tempo di riorganizzarsi, in una zona, quella di Cerignola, dove in alcuni ambienti andare a rubare auto equivale a dire andare in trasferta a lavorare, è stato davvero breve e nel giro di pochi mesi i ladri sono tornati a fare colpi e a far sparire veicoli, sia a San Benedetto che a Grottammare così come nell’immediato entroterra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA