Cupra Marittima, spiaggia libera "occupata":
scatta maxi sequestro di sdraio e ombrelloni

Spiaggia libera "occupata":
​scatta maxi sequestro
di sdraio e ombrelloni
CUPRA MARITTIMA - Blitz della Capitaneria di Porto sulle spiagge libere di Cupra Marittima. Nel corso della nottata tra il 9 e 10 agosto infatti personale militare dell’Ufficio marittimo di Guardia Costiera del distaccamento della cittadina cuprense ha perlustrato l’arenile al fine di individuare situazioni di irregolarità e garantire l’ordinato e libero svolgimento delle attività balneari e tutelare il bene demaniale marittimo. 

Ombrelloni e lettini per tenersi il posto al mare: scatta il maxi sequestro

L’attività ha consentito la rimozione e il sequestro di 193 attrezzature da spiaggia tra ombrelloni, sedie a sdraio e lettini posizionati in maniera permanente sulle spiagge libere, anche dopo il tramonto, in contrasto al regolamento Comunale vigente sull’utilizzo del litorale marittimo, per finalità turistico-ricreative, del comune di Cupra Marittima. «L’attività di rimozione, attuata per contrastare un’illecita abitudine - spiegano dalla capitaneria - si è resa necessaria al fine di ripristinare la libera fruizione di tali spiagge da parte di tutta la collettività. Si ricorda, infatti, che le spiagge libere sono a disposizione di tutti ma, tuttavia, corre l’obbligo di rimuovere tutte le attrezzature di proprietà nel momento in cui si va via dalla spiaggia, per non incorrere nella abusiva occupazione del demanio marittimo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 13 Agosto 2019, 11:07 - Ultimo aggiornamento: 13-08-2019 11:07

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO