L'azienda si riconverte: Mary Confezioni produce 2mila mascherine al giorno per la popolazione

Martedì 24 Marzo 2020
Catel di Lama, l'azienda si riconverte: Mary Confezioni produce 2mila mascherine al giorno per la popolazione

ASCOLI - Le aziende locali si mobilitano per poter produrre mascherine. Sono diverse in questi ultimi giorni le imprese del territorio che, di fronte alla mancanza di tutela continuamente lamentata dalla popolazione, si stanno attivando per realizzare e quindi successivamente a distribuire questi importanti dispositivi. Ad aver risposto all’appello ci sono molti imprenditori, come i proprietari dell’azienda “Mary Confezioni”.

LEGGI ANCHE:
Un ospedale da campo sarà realizzato anche Piceno. I 28 morti di ieri nelle Marche accelerano la corsa a realizzare posti in rianimazione

L'incubo Coronavirus non si ferma: altri 28 morti in un giorno nelle Marche. Sono 230 dall'inizio dell'epidemia

«Abbiamo deciso di adoperarci nella produzione di 2/3mila mascherine al giorno destinate ad un uso domestico, con cui riforniremo subito le farmacie e che verranno poi destinate alla popolazione» hanno spiegato i titolari della ditta di Castel di Lama, con il loro staff attualmente impegnati a realizzare migliaia di strumenti in cotone, con tessuto traspirante interno, lavabili e non destinati ad essere quindi presidio medico. «C’è estrema richiesta: le persone hanno bisogno di indossarle in caso di urgenza, come andare a prendere alimenti al supermercato o recarsi in farmacia» riferisce la dottoressa Marzia Rosati della farmacia “Ex Chiaretti” di Porta Maggiore. «In questo modo cercheremo dunque e finalmente di far terminare la mancanza di reperibilità delle mascherine» conclude la farmacista, riferendosi a strumenti che hanno avuto il permesso dell’Asur.

© RIPRODUZIONE RISERVATA