Un ospedale da campo sarà realizzato anche Piceno. I 28 morti di ieri nelle Marche accelerano la corsa a realizzare posti in rianimazione

Martedì 24 Marzo 2020
​Ospedale da campo anche nel Piceno: ieri 28 decessi, il totale sale a 230

Ci sarà un ospedale da campo costruito per moduli anche nel Piceno, tra Grottammare e San Benedetto del Tronto. L’allargamento è stato reso necessario dagli ultimi sviluppi del contagio nella Regione. Ieri il numero di nuovi casi positivi era interessante in numero assoluto (148) ma purtroppo non altrettanto in relativo visto che il numero dei tamponi processato ieri era notevolmente più basso rispetto a quello di domenica (391 contro 651). A questo punto, le Marche sono giunte a un numero generale di casi positivi che ammonta a 2569 su un totale di oltre 6500 tamponi processati.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, morti 24 medici. L'Ordine: fare tamponi a tutti

Questo fa sì che continui a salire il numero dei ricoveri e soprattutto dei degenti in terapia intensiva. Le Marche, grazie allo sforzo di riconversione delle ultime ore, sono arrivate a circa 148 persone in Rianimazione e altri 10 ventilatori provenienti della Cina sono stati aggiunti alle dotazioni di Ancona. Giornata nera invece per i decessi: diciotto uomini, dieci donne, tutti con patologie pregresse. Così il bilancio delle vittime sale a quota 230. Dei 28 deceduti la maggior parte era originaria della provincia di Pesaro Urbino (16). Dell’Anconetano altri nove mentre due erano della provincia di Macerata e una del Fermano. Con i morti registrati oggi, l’età media delle vittime si porta a 80 anni mentre i deceduti con patologie pregresse sono il 98,7%. Complessivamente fino a questo punto il bilancio dei morti grava soprattutto sulla provincia di Pesaro Urbino (161) seguita da Ancona (39), Fermo (16), Macerata (13) e Ascoli Piceno (1). 

Ultimo aggiornamento: 10:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA