La pista ciclabile si estende a sud: attenzione, a Marzocca passerà sull’arenile

La pista ciclabile si estende a sud: attenzione, a Marzocca passerà sull arenile
La pista ciclabile si estende a sud: attenzione, a Marzocca passerà sull’arenile
di Bianca Vichi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Novembre 2022, 07:10

SENIGALLIA  - Pronto il progetto per il prolungamento della ciclovia Adriatica verso sud, che a Marzocca passerà lungo l’arenile. Solo un tratto però al momento verrà realizzato, quello compreso tra la fine del lungomare Da Vinci per 410 metri. Si fermerà quindi prima degli stabilimenti militari. Il Comune aveva contestato il progetto iniziale che prevedeva il proseguimento sul lungomare perché avrebbe comportato scelte difficili: sacrificare un senso di marcia oppure i parcheggi. In questo modo tutto è salvo e a gennaio, salvo imprevisti, dovrebbero iniziare i lavori. 

 
I dettagli 
«La pista ciclabile passerà lato mare – spiega Nicola Regine, assessore ai Lavori pubblici – mantenendo il doppio senso di marcia sul lungomare Italia e i parcheggi. E’ lunga 410 metri e non influirà con le attività presenti. Partirà dal casello 182 e si fermerà prima dei lidi militari e passerà sull’arenile». Il tratto finale quindi non verrà compreso in questa fase. «Vorremmo iniziare i lavori a gennaio – prosegue l’assessore – e il progetto definitivo-esecutivo dovrebbe essere presentato nell’ambito della prossima Giunta. Il costo è di 610mila euro, di cui 380mila finanziati e il resto verrà coperto con fondi comunali».

Per completare il percorso senigalliese della Ciclovia Adriatica manca il tratto a sud, di Marzocca, e quello a nord del lungomare Mameli. In questo caso il Comune ha chiesto del tempo, individuando però un’alternativa nel passaggio in centro storico. Essendo il sottopasso di via Zanella l’unico accesso al porto e l’unico percorribile dai mezzi di soccorso di grandi dimensioni, come i camion dei vigili del fuoco, non è possibile istituire il senso unico come la pista ciclabile comporterebbe, visto che la strada è molto stretta già adesso. Il rischio sarebbe quello di togliere parcheggi vitali per le attività e di eliminare un senso di marcia, creando non pochi problemi alla circolazione soprattutto per raggiungere il porto. 


La Giunta ha nel frattempo approvato anche un altro progetto. «E’ volontà dell’Amministrazione comunale procedere con la manutenzione della pavimentazione stradale di alcuni tratti in via Cupetta, via Perugino e via Sanzio – prosegue Regine - in quanto è fortemente ammalorata presentando, per tutta la sua estensione, fessurazioni superficiali a ragnatela e dissesti localizzati che rappresentano un serio pericolo per i veicoli in transito. Inoltre, si intende procedere con la realizzazione di un dosso artificiale per moderare la velocità dei veicoli che transitano in via Cupetta e garantire una maggiore sicurezza dei pedoni che accedono alla scuola Aldo Moro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA