Musica, letture e un saggio di ginnastica: il compleanno di Eleonora sarà una festa

Sabato 9 Novembre 2019
Musica, letture e un saggio di ginnastica: il compleanno di Eleonora sarà una festa

SENIGALLIA - Un incontro ad invito mercoledì prossimo a San Rocco per ricordare Eleonora Girolimini. Avrebbe compiuto 40 anni il 13 novembre la mamma coraggio, morta nell’infermo della Lanterna Azzurra per fare da scudo a sua figlia Gemma. Parenti e amici la ricorderanno mercoledì pomeriggio presso l’Auditorium di piazza Garibaldi, con un’iniziativa dall’atmosfera gioiosa.

I familiari delle vittime: «Aspettiamo di sapere di più ​ma il dolore non si cancella»

Senigallia, la figlia salvata da Eleonora «Sei stata unica, proteggici da lassù»

Non sarà incentrata sulla tragedia che prematuramente l’ha strappata alla sua famiglia ma sui magnifici ricordi che questa dolce mamma ha lasciato in chi ha avuto il piacere di conoscerla. «Non vogliamo che sia un evento triste – spiega una delle organizzatrici – forse il termine festa può sembrare fuori luogo ma vogliamo ricordarla in maniera allegra perché lei avrebbe desiderato così. Ci saranno musica e tanti ricordi da condividere». Un momento intimo, lontano dai riflettori. «Si potrà entrare solo tramite l’invito – prosegue – che riceveranno ovviamente i parenti, gli amici e quanti sono stati accanto alla famiglia dopo questa tragedia. Abbiamo deciso che le telecamere dovranno rimanere fuori. Non vorremmo infatti che il marito Paolo, la figlia Gemma o altri familiari si ritrovino a dover rispondere ancora alle domande su quanto accaduto. Dovranno essere anche loro sereni e tranquilli di vivere questo pomeriggio dedicato ad Eleonora senza interferenze».

L’iniziativa sarà moderata da Mauro Pierfederici. Sono previste letture, momenti musicali dal vivo, un saggio di ginnastica poi verranno proiettate delle immagini di Eleonora Girolimini. Proprio presso l’Auditorium San Rocco era stata allestita la camera ardente per la giovane mamma in attesa che si svolgessero in funerali in Cattedrale. Il contesto sarà però diverso, assicurano gli organizzatori. Un pomeriggio dedicato alla sua memoria sarà il regalo che amici e parenti hanno preparato per il compleanno che Eleonora non potrà festeggiare. Quell’ingresso negli “anta”, una tappa importante per ogni donna, le è stato negato da una tragedia che si sarebbe potuta e dovuta evitare. Per proteggere la figlia Gemma fino all’ultimo, le ha fatto da scudo con il suo corpo andando incontro alla morte, pur di metterla al sicuro.

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA